Il Giglio nella nuova rete ospedaliera regionale

[lavoceweb.com] Quale sarà il ruolo del Giglio nella nuova rete ospedaliera regionale? È una riflessione nella quale il presidente della fondazione, Giovanni Albano, ha coinvolto i sindaci delle Madonie promuovendo un incontro che si terrà martedì 6 agosto alle 17,30 proprio al Giglio. L’iniziativa nasce dall’avvio della fase di attuazione del piano messo a punto dall’assessore regionale alla salute Baldo Gucciardo. Il suo progetto che rimodula la rete ospedaliera in Sicilia è stato giudicato in linea con le prescrizioni del governo. Ora si dovrà arrivare ai provvedimenti formali della giunta e dell’assessore regionale alla salute che presto avvierà il primo step per il reclutamento del personale.
Riguarderà prioritariamente le procedure di concorso per i profili professionali indispensabili ad assicurare le prestazioni sanitarie obbligatorie. E dopo l’adozione dei provvedimenti definitivi richiesti dai ministeri competenti, l’assessorato si attiverà per avviare le ulteriori procedure. È in questa fase che l’ospedale Giglio cerca il proprio spazio. “Alla luce della nuova rete ospedaliera regionale – ha anticipato Albano – chiediamo garanzie per una struttura che in questi anni ha offerto un servizio sanitario di alta complessità a pazienti non solo del territorio ma anche provenienti da tutta la regione”. La messa a punto di Albano lascia trasparire qualche preoccupazione. La più pressante riguarda il futuro del punto nascite che ha ottenuto la proroga ma è sempre forte il rischio della chiusura se non si raggiunge il tetto minimo dei 500 parti all’anno.
L’incontro si terrà nella sala conferenze dell’ospedale Giglio e vi prenderà parte il consiglio di amministrazione.