Il lungomare di Cefalù invaso dalla “medusa blu”

meduse[madoniepress] A guardarla dal belvedere che si affaccia sulla spiaggia potrebbe sembrare una scia di catrame spinta dalle onde fino alla spiaggia di Cefalù, ma quella che si vede oggi sul bagnasciuga del lungomare non è nient’altro che l’innocua “velella velella”, chiamata anche “medusa blu”. Nessuna preoccupazione quindi per la stagione balneare che, al dispetto del tempo, fra poco più di 2 mesi dovrebbe cominciare, la “medusa blu” non solo non è orticante ma la sua presenza è indice di buona salute del mare. Ben venga quindi il temporaneo spiaggiamento della “barchetta di San Pietro” com’è anche chiamata per la particolarissima conformazione, vuol dire che il nostro mare è pulito. La stessa situazione si può trovare oggi anche lungo le spiagge di Campofelice e Lascari, mentre nei giorni scorsi un massiccia presenza di “meduse blu” si era verificata lungo il litorale messinese

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.