Il mistero dell’albero spento?! Eh… c’è crisi, c’è crisi!

E? vero che in questi giorni, purtroppo, viviamo problemi molto gravi a causa della crisi economica che attanaglia l?Europa ed il nostro Bel Paese, però vorrei ugualmente occuparmi di un fatticino ?strano? che accade nella nostra Castelbuono.

Perché nelle ultime due feste natalizie l?albero di Natale che viene posto in Piazza Castello con tanto di impianto di lampadine colorate rimane al buio? (vedere foto Natale 2010 e 2011). Non penso proprio che in questi due anni siano state installate lampadine fulminate. Così la mia curiosità mi ha portato a seguire il filo di corrente che dall?albero porta ovviamente ad una spina la quale dovrebbe essere collegata ad una presa di corrente. Almeno così funziona in tutte le nostre case. E invece, come potete vedere dalle foto, il filo con la spina è a terra dietro la grata d?ingresso del fu Cine Teatro Le Fontanelle, dove fa ?compagnia?, a debita distanza, alla presa di corrente penzolante da un grosso interruttore. Perché queste due sono ?separate in casa?? Forse perché, vista appunto la crisi, con un albero spento su tre, a Castelbuono si intende ?risparmiare? un po? di elettricità? Se il motivo è quello di ?risparmiare?, vista anche la tristezza che mette quest?albero al buio, in una Piazza Castello invernale desolata rispetto invece alla vitalità estiva, secondo me, si sarebbe economizzato ancor di più se lo si fosse lasciato continuare a vivere nel bosco dove si trovava, senza piuttosto perdere tempo e denaro per disboscarlo e conficcarlo sulla piazza. Come dire, seguendo un po? lo spirito di quell?anonimo che ha lasciato sull?albero d?a Chiazzetta un foglio con una poesia dal titolo: ?IL LAMENTO DEL PINO?. Comunque, riguardo a tristezza, anche gli altri due alberi di Piazza Margherita e di Piazza Minà Palumbo, anche se con le luci accese, non è che mettono poi così tanta allegria (vedere le foto). Le lampadine sembrano che siano state buttate sopra a mo? di: dove piglia piglia (appunto: ?C?è crisi c?è crisi!?). Mi chiedo però, invece di piantare tre alberi quasi come per timbrare il ?cartellino natalizio?, non sarebbe stato più carino, produttivo, educativo e anche economico coinvolgere negli addobbi natalizi del paese p.e. le scolaresche di Castelbuono? Lo spirito innocente e genuino dei bambini magari avrebbe giovato nel rendere più allegri questi alberi se proprio non si poteva fare almeno di quest?ultimi.

In conclusione e per tornare alla domanda principale, qual è il motivo dell?albero al buio?

Però chissà, magari almeno la notte tra il 5 e il 6 gennaio qualche ?Befana istituzionale? farà il regalo al ?pino triste? donandogli la luce!

Antonio2

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.