Il PD scrive al Sindaco: Gino Carollo non merita questa pasticciata vicenda

Ecco il testo della lettera:

“Signor Sindaco, 

ancora una volta siamo qui a scriverle per prendere una posizione chiara rispetto a un fatto che avrebbe dovuto essere di rilievo politico e civico e invece è diventata una polemica strumentale da parte di alcuni. 

Quando il 13 gennaio abbiamo scritto il nostro comunicato stampa per ricordare la figura di Gino Carollo per commemorarne l’anniversario della morte, abbiamo anche fatto una richiesta, che si desse seguito alla delibera del 2012 in cui si definiva l’intitolazione della scuola elementare proprio a Gino. Ci permetta di chiamarlo soltanto Gino, essendone oggi (probabilmente) politicamente i diretti “compagni”, appunto. Lei ci rispose a mezzo lettera che avrebbe intitolato la scuola di San Leonardo a Gino Carollo. Bene, noi fummo felici di questa notizia, tanto è vero che decidemmo subito di comunicarla a mezzo stampa.

Questa lunga premessa è però doverosa perché, da quel momento la vicenda ha assunto toni che la figura del “Compagno Gino” non merita e più e più volte, questa sensibilità ci è giunta da diversi cittadini. Lungi da noi alimentare polemiche pretestuose che altri artatamente hanno fatto, non conoscendo la figura politica e personale di Gino, essendone, anche oggi molto lontani politicamente, tanto è vero che non lo hanno mai ricordato. Il fatto esecrabile è che lei, in quella lettera afferma di intitolare la scuola di San Leonardo e che non era avvenuto prima anche perchè “era inopportuno titolare un plesso chiuso ed inaccessibile”, ma oggi e chissà per quanti anni ancora San Leonardo non sarà scuola, e questo probabilmente lei lo sapeva prima e meglio di noi. Mentre, al contrario, noi pensavamo che questo dovesse avvenire in breve tempo come da lei affermato in più circostanze. Sono passati due anni e mezzo dalla sua elezione, ma tant’è. 

Per noi è scuola l’istituzione in cui si svolgono le attività educative e didattiche fatta di alunni, docenti, genitori, che frequentano quotidianamente (ovviamente) un luogo fisico. 

Oggi noi, siamo qui per dirle una cosa molto chiara: preso atto che il plesso di San Leonardo non sarà adibito a breve a scuola non è giusto che sia intitolata a Gino Carollo una scuola che scuola non è. 

Non solo non è giusto, ma neanche rispettoso, andare avanti su una questione che non ha niente di giusto né di rispettoso. 

Sono passati quarant’anni dalla morte di Gino e qualcuno direbbe, abbiamo aspettato tanto, aspettiamo ancora, non abbia fretta di chiudere la partita con qualcuno che ancora oggi ricorda Gino politicamente e umanamente. Veda, non la prenda sul piano personale, la nostra è certamente una posizione politica, ma è sicuramente anche civica e affettiva.

Il senso civico e il rispetto verso la persona, ci consentono oggi di scriverle questa lettera, confortati dal fatto che non ci abbiamo pensato da soli, ma che molti cittadini condividono con noi questa posizione. 

Noi abbiamo il dovere morale di fermare questa incoerenza, assumendoci tutte le responsabilità politiche e civili che la questione merita.”

Castelbuono, 28 febbraio 2020

Il Coordinamento del Circolo PD

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.