Il Primo Maggio alla Siciliana di Castelbuono rinviato a nuova data

Sarà ri - calendarizzata anche l'inaugurazione del nuovo Parco delle Rimembranze reso accessibile grazie ai finanziamenti del Progetto Tutti Inclusi

Le disposizioni governative che vietano gli assembramenti in luoghi pubblici per contrastare l’emergenza Coronavirus impediranno quest’anno il regolare svolgimento del PrimoMaggio alla SicilianaL’appuntamento organizzato dal 2013 presso il Parco delle Rimembranze di Castelbuono dalla Pro Loco di Castelbuono, l’Associazione Culturale Glenn Gould e la Consulta Giovanile sotto il patrocinio del Comune di Castelbuono è sospeso a nuova data in attesa di capire se le nuove disposizioni governative potranno garantire il suo svolgimento o meno. L’edizione 2020 era molto attesa perché, oltre alla consueta promozione dei prodotti a Km Zero, sarebbe stata anche l’occasione per l’inaugurazione del nuovo Parco delle Rimembranze. 

Il Parco delle Rimembranze, infatti, è stato reso accessibile grazie ai finanziamenti del Progetto Tutti Inclusi, l’ambizioso programma di inclusione sociale sostenuto da Fondazione Con il Sud nel territorio di Castelbuono, che vede l’Associazione Culturale Glenn Gould capofila del progetto, e tra i partner anche la Pro Loco e il Comune di Castelbuono. Tutti Inclusi ha lo scopo di favorire la partecipazione di ogni soggetto con abilità e bisogni diversificati ad eventi organizzati a Castelbuono attraverso due modalità di intervento:

  • l’accessibilità ai luoghi di interesse storico, artistico, religioso e sociale;
  • la produzione e la gestione di appuntamenti che hanno un forte richiamo di pubblico rendendoli appunto fruibili a tutti. 

“L’abbattimento delle barriere architettoniche del Parco delle Rimembranze – afferma Gianfranco Raimondo, responsabile esecutivo di Tutti Inclusi – ci consentirà di riportare a nuova vita questo importante luogo di aggregazione rendendolo finalmente accessibile e fruibile da parte di tutti come giusto che sia in ogni società che si reputi all’altezza dei principi di eguaglianza e parità sociale”. 

Nel corso di questi anni, il ricavato di ogni edizione della PrimoMaggio alla Siciliana è stato devoluto per un bene storico della città madonita: nel 2013 i fondi sono serviti al ripristino e pulitura di una parte della facciata del Castello dei Ventimiglia sfregiata da scritta vandaliche mentre nel 2015 la raccolta fondi è stata utilizzata per il restauro dello storico cannone che fa parte del Monumento ai Caduti; e poi ancora acquisto di fioriere e altri abbellimenti nel corso dei successivi anni fino alla donazione dello scorso anno a favore del restauro del tetto della Chiesa della Natività di Maria Vergine (Madrice Nuova).

Castelbuono, 29 aprile 2020.

—-
Nota informativa a cura dell’ufficio di Comunicazione Tutti Inclusi
Resp. Marcella Campo.
info@tuttinclusi.it