Il “Ragliastorie”. Asini in concorso.

Riceviamo e pubblichiamo

La comunità di Castelbuono ha scoperto nell?ASINO un grande amico: nessuno avrebbe potuto immaginare quale ?rivoluzione culturale? avrebbe apportato l?introduzione del suo impiego nella raccolta differenziata.Dal marzo 2007 ad oggi, tutto il mondo si è confrontato e ha voluto conoscere come funziona questo delicato servizio di raccolta dei rifiuti fatta con l?aiuto diligente di questi simpatici animali.

Ecco, allora, che ogni giorno che passa, riscopriamo il valore dell?asino convincendoci sempre più che se ?recuperiamo l?asino l?asino recupererà l?uomo”. A tal proposito il Comune di Castelbuono ha stipulato un protocollo d?intesa con l?Associazione Asinomania per promuovere una serie di attività (onoterapia, onovia, produzione di latte, trekking) per integrare il ruolo dell?Asino con le esigenze della società odierna.Il culmine di tale attività e di collaborazione fra l?asino e la comunità di Castelbuono si ha avuto il 29 febbraio, il 2 e 3 marzo quando 320 zoccoli hanno invaso Castelbuono pacificamente e per tre giorni sono stati lo spunto per seminari ed attività ludiche che hanno coinvolto migliaia di persone. In quei tre giorni è stata enunciata un?altra idea collegata al progetto, ovvero lanciare un concorso nazionale – il ?Ragliastorie? – diviso in quattro sezioni: fiabe, racconti, disegni artistici e foto.Il concorso è stato già approvato con Delibera di Giunta Municipale n°20 del 12.03.2008 (vedi bando allegato).
Con questo concorso, dichiara il Sindaco Mario Cicero, “si dà l?opportunità a tutti coloro che ritengono di doversi confrontare con la società moderna senza perdere la possibilità di realizzare un nuovo rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e collochi l?economia nel suo ruolo di gestione della cosa comune a tutte le specie viventi, in modo che i suoi inquilini possano viverci al meglio.A questo concorso – continua il Sindaco – mi auguro possano partecipare tutte le scuole d?Italia, ma principalmente gli anziani, per raccontare esperienze di vita che li hanno visti coinvolti durante la loro attività lavorativa, nel periodo della resistenza, nelle due guerre o quando ogni giorno bisognava affrontare gli stenti dei lavori nei campi.”L?obiettivo del comune è quello di fare delle pubblicazioni e di istituire anche un grande archivio storico.Ai nostri amici asini a quattro zampe un grazie per la loro docilità. Ci auguriamo che tutta questa attività che portiamo avanti possa servire anche ad incrementare la loro presenza nella nostra terra.

Mario Cicero
Sindaco di Castelbuono