Il ringraziamento della Costituente e una donazione, nel segno di Falcone e Borsellino

Carissimi concittadini,

si è appena conclusa la campagna elettorale che ha visto la riconferma del sindaco uscente Mario Cicero e ha consegnato alla Costituente il ruolo di opposizione in Consiglio comunale, che sarà esercitato da Anna Maria Cangelosi, Maria Pina Ippolito, Simona Morici e Mimmo Prisinzano.

Passato il momento di amarezza per il fatto che Castelbuono non ha creduto fino in fondo nel cambiamento oggi riteniamo doveroso, oltre che un onore per tutti noi, ringraziare i concittadini che hanno creduto nella bontà della nostra azione e che ci hanno incoraggiati, sostenuti e gratificati in questo lungo e entusiasmante percorso. Lo facciamo con questo comunicato e lo faremo sabato con un comizio.

Non deluderemo nessuno, né chi ci ha votati, né chi ha scelto altro: il nostro ruolo di rappresentanti istituzionali ce lo impone e la nostra etica ancora prima.

Eserciteremo il ruolo a cui ci avete chiamato con l’impegno che a Castelbuono si cominci a scrivere una pagina di buona politica, all’insegna del rispetto reciproco e mai della contrapposizione personale. Vi promettiamo anche che la nostra opposizione sarà seria e incisiva, mai improntata alla finzione per scopi di posizionamento in organi di sottogoverno, men che meno frenata o inficiata da azioni pregresse o da scelte sbagliate da scontare. Opposizione determinata affinché i diritti dei cittadini non siano mai secondari ad altri interessi ma rappresentino sempre il faro della nostra azione.

A Castelbuono, dal 12 giugno soffia il vento di una rivoluzione gentile, basata sul coraggio della libertà che è fare il proprio dovere, fino in fondo, costi quel che costi. Le nostre guide morali saranno Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e non è stato per caso che il nostro programma elettorale sia stato presentato il 23 maggio 2022, nel trentennale della strage che uccise gli uomini ma ha reso immortali le loro idee.

Come non è un caso che il concittadino Sergio Barreca, nel nome della Costituente di cui fa parte attiva e propositiva, voglia oggi donare al nostro paese un’opera da lui commissionata, realizzata fabbro d’arte Filippo Pietro Castrovinci di Capri Leone, con il supporto grafico digitale di Chiara Castrovinci. Si tratta di un pannello di ringhiera in ferro in cui sono rappresentati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, riprodotti su lamiera per mezzo di un programma digitale. 

L’opera è stata pensata (nei limiti della fattibilità che verrà esaminata con l’amministrazione comunale se accetterà tale donazione) per essere allocata nel piazzale antistante la cappella della Santa Croce, all’incrocio tra le vie intitolate ai due servitori dello Stato che, pur comprendendo a cosa li avrebbe portati la loro integrità morale, non sono arretrati di un millimetro ma sono andati fino in fondo affinché la speranza non morisse.

Anche noi crediamo che la speranza in un mondo migliore ha bisogno di gambe sulle quali fare camminare nobili principi. Ci impegniamo a farlo con coscienza, con disciplina e con onore.

In alto i cuori.