Il santuario di Madonna dell’Alto tra i beni immateriali dell’#Unesco

[ilpetrino] Il santuario di Madonna dell’Alto, a quota 1827 sms che domina Petralia Sottana è stato inserito nel Registro delle Eredità Immateriali Locali dell’Unesco (REIL). A comunicarlo il sindaco di Petralia Sottana, Santo Inguaggiato, durante la messa di Ferragosto proprio al santuario. Quello della Madonna dell’Alto è il Santuario Mariano più alto d’Italia e, probabilmente, anche d’Europa; è stato fondato, secondo le più remote notizie, nel 1328 da San Guglielmo Gnoffi da Polizzi Generosa, detto l’eremita delle Madonie. All’interno della Chiesa si custodisce e si venera il simulacro marmoreo della Vergine col Bambino, scolpito nel 1471 presso la prestigiosa bottega di Domenico Gagini.
Nel 2011, a conclusione dell’Anno Mariano Parrocchiale, celebrato nella Parrocchia di Petralia Sottana, il Santuario è stato affiliato alla Papale Basilica Liberiana di Santa Maria Maggiore in Roma. Ragion per cui chiunque viene al Santuario di Mont’Alto gode degli stessi benefici spirituali concessi dal Papa con il dono dell’Indulgenza Plenaria.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.