“IL Sindaco non è uno sceriffo”. Lettera ai concittadini

IL Sindaco non è uno sceriffo
Chi governa una comunità ha il compito di assumersi tante responsabilità, purtroppo, anche di fare provvedimenti impopolari o di attivare procedure che possono sembrare ingiuste nei confronti di qualche categoria.
L’Ultima ordinanza emanata dal Sindaco n. -140 del 25.09.2020 è stata interpretata vessatoria nei confronti della Categoria dei Commercianti.
E’ giusto ricordare che l’ordinanza citata interessa i seguenti settori:
esercenti di commercio al dettaglio, all’ingrosso, ambulanti a posto fisso a quelli del mercato settimanale, agenti di commercio, residenti e quelli provenienti da altri Comuni, a corrieri, parrucchieri, barbieri, estetiste, farmacie.

A distanza di qualche settimana dall’entrata in vigore della suddetta ordinanza sono iniziati i controlli.
Gli operatori del Mercato settimanale hanno collaborato, tranne uno, a cui è stata elevata la sanzione stabilita, a loro va il nostro ringraziamento.
Il Corpo di Polizia Municipale sta verificando l’adempimento dell’Ordinanza, che ribadiamo, è stata emanata per salvaguardare la salute sia degli operatori che dei fruitori delle attività interessate, vista la numerosa presenza turistica che ogni giorno visita il nostro paese, portando benessere e dinamismo economico alla nostra comunità.
Penso che, avere la certezza di essere immuni al virus crea tranquillità alle nostre famiglie in cui vi sono anziani, persone con patologie mediche delicate e bambini.
L’Amministrazione Comunale non adotta provvedimenti per un capriccio del Sindaco o di qualche Assessore, ma per garantire l’incolumità a tutti i cittadini.

Non sappiamo se ad oggi è stato il fato o la Nostra Patrona “Sant’ Anna”che ci ha protetti, infatti nel nostro comune non ci sono casi di Covid acclarati.
Se invece ragioniamo con razionalità riteniamo che alcuni provvedimenti adottati dal Governo Nazionale e Regionale e in aggiunta quelli dell’Amministrazione Comunale sono stati vincenti per scongiurare tale contagio.
E’ giusto ricordare ai distratti degli interventi di sanificazione, effettuati nel nostro Comune nei mesi del lockdown, e quelli che stiamo continuando a fare in queste settimane.
Siamo stati gli ultimi tra i Comuni Siciliani a permettere la riapertura del mercato settimanale, e allorquando è stato autorizzato, abbiamo preteso il rigoroso rispetto dell’utilizzo dei dispositivi di sicurezza.
Siamo forse l’unico Comune in Sicilia che abbiamo impedito il commercio ambulante itinerante autorizzando soltanto quello a posto fisso controllato e monitorato.

In queste ore alcuni colleghi Sindaci del circondario, stanno adottando provvedimenti per la chiusura dei Mercati settimanali, degli ambulanti itineranti a causa dei focolai di Covid che si sono verificati nei propri paesi.
Noi abbiamo garantito tutte le attività culturali estive, con un impegno organizzativo tale da garantire la sicurezza degli ospiti e dei fruitori delle attività culturali.
Concittadini, se vogliamo sconfiggere, isolare questo virus dobbiamo rispettare i dettati del Governo Nazionale, Regionale e le Ordinanze del Sindaco.
li nostro obiettivo è solo quello di garantire il funzionamento e l’operatività di tutti i settori economici, sociali e culturali della Nostra Castelbuono.
Il Comune farà la sua parte se tutti collaboriamo al rispetto delle norme.
Il Sindaco spera e in tal senso si sta operando per predisporre un atto amministrativo per un contributo a tutte le categorie sopra citate che hanno l’obbligo dei controlli mensili.
Il Sindaco auspica così come avviene in “guerra” e da parecchi mesi lo siamo, di non alimentare sterili polemiche ma proposte operative e costruttive. Concludo ringraziando Castelbuono per il rispetto delle normative Anticovid e ricordo a tutti di mantenere il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di protezione.

GRAZIE

Il Sindaco Mario Cicero

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.