Impianto compostaggio Cassanisa. Mario Ignatti assolto «per non aver commesso il fatto»

Segnaliamo la notizia apparsa oggi sul Giornale di Sicilia che costituisce un aggiornamento sulla vicenda dell’impianto di compostaggio in contrada Cassanisa. Nell’articolo, a firma del giornalista Giuseppe Spallino, si rende noto che l’unico dipendente di Ecologia e ambiente finito a processo – Mario Ignatti – è stato assolto dal giudice monocratico del Tribunale di Termini Imerese Luigi Bonacqua per «non aver commesso il fatto», come richiesto dall’Avv. Giuseppe Minà.

La sentenza sottolinea tuttavia come l’impianto di compostaggio non fosse effettivamente a norma e come venissero costantemente violate le norme per lo smaltimento dei rifiuti. Il giudice ha quindi sollecitato ulteriori indagini sulla vicenda, inclusa la figura di Giuseppe Norata, all’epoca presidente di Ecologia e Ambiente, oggi amministratore unico della Rap.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.