IMU, l’Amministrazione Comunale rende note le modalità per il “comodato d’uso” gratuito per le unità immobiliari

[Riceviamo e pubblichiamo] Secondo le nuove disposizioni legislative in materia di IMU (legge di stabilità 2016) il comodato d’uso gratuito per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, è subordinato alla sussistenza e concomitanza dei seguenti requisiti:

1. Il contratto di comodato d’uso gratuito deve essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate;

2. Il comodante, ovvero colui che concede la disponibilità dell’unità immobiliare, deve essere proprietario di un solo immobile oppure di due immobili, ubicati nello stesso comune, e uno dei due deve essere necessariamente abitazione principale ( requisito della residenza e dimora abituale).

L’Amministrazione Comunale ha altresì sottolineato che «l’agevolazione consiste nella riduzione del 50% della base imponibile dell’unità immobiliare concessa in comodato d’uso gratuito, su cui verrà applicata l’aliquota ordinaria».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.