Incessante lotta all?abusivismo edilizio

(MADONIELIVE.COM – Giuseppe Spallino) La lotta all?abusivismo edilizio ? diventata il cavallo di battaglia delle forze dell?ordine di Castelbuono. Dal 18 novembre dell?anno scorso, quando i carabinieri della locale Stazione scoprirono che in contrada San?Elia si stavano realizzando due opere in assenza del Permesso di costruire, denunciando cos? un?intera famiglia, alla Procura della Repubblica di Termini Imerese ogni mese sono arrivate delle dettagliate relazioni su presunti reati.

L?ultima relazione inviata agli inquirenti termitani porta la firma del responsabile della polizia municipale, dott. Salvatore Failla, e riguarda dei presunti abusi edilizi avvenuti in via Isnello. Per tal fatto ? stata denunciata una coppia residente nella stessa casa in cui sarebbe avvenuto il reato.

1 commento

  1. Siamo alle solite in Italia, come a Castelbuono. I Carabinieri si occupano di ambiti che in Paese dotato di una efficiente Pubblica Amministrazione non invasa dalla malapolitica dovrebbero registrare l’ impegno e la professionalit? di funzionari dell’ Ufficio tecnico comunale. Chi organizza il lavoro nella Stazioni dei Carabinieri e negli Uffici tecnici comunali ? I Comandanti delle Compagnie per i Carabinieri e i Segretari comunali per gli Uffici tecnici ? Dove hanno imparato tali dirigenti i principi elementari di funzionamento dei servizi che interessano da vicino la societ? ? In altri tempi, poi non cos? lontani, i Carabinieri si vedevano in giro per i paesi ed erano a stretto contatto con la vita dei cittadini. Oggi stanno “intanati” negli uffici e di tanto in tanto si vedono in giro nelle loro auto di servizio. I funzionari degli Uffici tecnici comunali bacchettoneggiano e fanno i burocrati nei loro uffici done nessuno controlla la loro attivit?. Castelbuono con meno di 10mila abitanti ha un elefantiaco Ufficio tecnico costituito da ingg., archh. e geometri incapaci di redarre quei Piani Particolareggiati (non PRG !) indispensabili a regolare un normalissimo sviluppo urbano; Neuenkirchen, il Comune di mia residenza in Germania con lo stesso numero di abitanti ha un solo ingegnere, essendo le attivit? pianificatoria e di controllo dell’ attivit? sul territorio affidata all’ Ufficio tecnico del “Comprensorio” di pi? Comuni. Nel Comune di Castelbuono c’ ? una Stazione con 2 o pi? carabinieri; a Neuenkirchen opera soltanto un poliziotto che spesso ? possibile incontrare appiedato o in bici, di giorno e di notte, per le vie del paese. I Carabinieri sono pagati per garantire l’ ordine pubblico (di giorno e di notte), controllare (di giorno e di notte) lo svolgimento del traffico, visto che i Vigili urbani sia nelle citt? che nei paesi non sono all’ altezza dei loro compiti, e non occuparsi di abusivismo edilizio. Insomma siamo alle solite in Italia. Disordine e caos istituzionalizzati, improvvisazione congenita, anarchia ai massima livelli e deregolazioni all’ ingrosso. Specialmente in un Sud dove non si conoscono regole, la malapolitica regna sovrana e si sconoscono quei principi che in una sana societ? dovrebbero sollecitare al rispetto o alla venerazione del “bonum communis” del quale fanno parte strade urbane pulite ed extraurbane curate (non ? il caso delle strade provinciale e nazionale di Castelbuono !), edifici decorosi al posto del degrado urbano, verde pubblico (parchi e ville) esemplari come in Olanda , Germania e nei Paesi Scandinavi, rispetto dei limiti di velocit? e osservanza delle prescrizione che limitano l’ inquinamento acustico (diurno e notturno dalle ore 22:00 alle ore 7: 00) negli abitati e nelle aree periurbane, etc. Aspetti tutti che, poi, fanno parte della civilt? di una nazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.