Incidente sulla A19. Perdono la vita mamma 39 enne con la figlia di 2 anni

[Ilcaleidoscopio.info] È ancora in corso l’accertamento delle cause dell’incidente mortale verificatosi nel pomeriggio di oggi sull’autostrada A 19, sinistro nel quale hanno perso la vita Enza Potestio di 39 anni di Polizzi Generosa, con la sua piccola Sofia Geraci di 2 anni. Grave il marito della Potestio, Fabrizio Geraci 41 anni di Alimena, dipendente del “San Raffaele-Giglio” di Cefalù, attualmente ricoverato all’ospedale di Villa Sofia di Palermo, la cui prognosi è riservata.

La famiglia, originaria delle Madonie, che da anni viveva a Cefalù, viaggiava sull’Autostrada A 19, in direzione di Catania, a bordo di una Nissan Qashqai, quando, intorno alle 17.50, in prossimità del Km 125+500, per cause ignote, l’autista (probabilmente il marito) ha perso il controllo, la vettura ha sfondato il guardrail  ed è precipita dal viadotto. Fatale è stato l’impatto dopo il volo di ca. 15 metri, ci conferma il Dirigente della Polizia Stradale di Enna Fabio D’Amore, precisando che al momento le Forze dell’Ordine stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto e di comprendere le cause dell’incidente, visto che nello stesso tratto di strada viaggiava anche una Renault Megane, uscita fuori strada, ma non si sa se quest’ultima sia coinvolta o meno.

Figlia di un noto imprenditore polizzano, Enza amava lo sport e praticava da tanti anni il softbaseball, giocando nella squadra del Cs Polizzi Softball, di cui era anche membro del Consiglio Direttivo della Società. «Una persona eccezionale, una bravissima giocatrice, chiamata anche nella nazionale quando aveva soli 18 anni. Ha continuato a giocare  in squadra fino alla gravidanza. Siamo costernati e vicini ai familiari» ci dice Eddy Borgese, allenatore della squadra, ancora sotto shock per l’accaduto.

La notizia ha sconvolto anche Castellana Sicula, dove la famiglia Geraci è conosciuta perché proprietaria di un’abitazione dove risiedeva di tanto in tanto.

La magistratura intanto ha disposto il sequestro delle vetture incidentate, in attesa che le indagini delle Forze di Polizia facciano luce sul sinistro.

(nella foto di gruppo Enza Potestio è la prima da destra con la piccola Sofia in braccio)