“Informateci sui contagi.” La protesta di 41 sindaci della provincia

Quarantuno sindaci di altrettanti paesi della provincia di Palermo chiedono di essere informati sui casi positivi di Covid-19.

A firmare una nota al presidente della Regione Nello Musumeci, all’assessore alla salute Ruggero Razza, al prefetto di Palermo e al direttore dell’Asp palermitana sono i sindaci di Alia, Altavilla Milicia, Altofonte, Balestrate, Baucina, Belmonte Mezzagno, Bolognetta, Bompietro, Campofelice di Fitalia, Campofelice di Roccella, Campofiorito, Camporeale, Carini, Cefalù Diana, Cerda, Chiusa Sclafani, Cinisi, Collesano, Contessa Entellina, Ficarazzi, Godrano, Gratteri, Isnello, Isola delle Femmine, Lercara Friddi, Misilmeri, Monreale, Roccamena, Montelepre, Montemaggiore Belsito, Palazzo Adriana, Petralia Sottana, Piana degli Albanesi, Pollina, Prizzi, Roccapalumba, San Giuseppe Jato, Santa Cristina Gela, Sciara, Terrasini, Trabia, Trappeto, Valledolmo, Vicari, Villafrati.

“La mancanza di comunicazioni – sostengono – “non ci consente di prendere le misure adeguate per tutelare la salute dei nostri cittadini. Non vogliamo fare polemiche in un momento così delicato – dichiara il sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo, che ha coordinato l’iniziativa – ma ci sembra assurdo che nessuno di noi abbia comunicazioni ufficiali su casi di coronavirus nei nostri territori. Non sappiamo chi sono e quanti sono, Abbiamo solo conferme non ufficiali. In quanto sindaci siamo anche autorità sanitaria locale che in caso di emergenza sanitaria e in materia di igiene pubblica possono emanare ordinanze urgenti e prendere tutte le misure adatte per tutelare la salute dei cittadini”. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.