Iniziative in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”

locandina

[Riceviamo e pubblichiamo] In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 25 novembre, l’ Assessorato alla Cultura del Comune di Castelbuono invita la cittadinanza a momenti di riflessione collettiva con una campagna sociale, un’installazione artistica, flash-mob, letture e riflessioni.

La campagna sociale, ideata dalla castelbuonese Martina Cuschera, allieva presso l’Accademia delle Belle Arti di Palermo, ha lo slogan: Qual è il tuo punto di vista? Scegli il tuo sorriso. Non restare in silenzio. Denuncia! L’immagine è il volto della donna diviso in due parti: da un lato un volto che ha subito una violenza e che, per provocazione, ha le labbra cucite; dall’altro lato invece c’è il volto sereno di colei che sceglie il proprio sorriso e decide di denunciare.
Lo slogan vuole spronare le donne di qualsiasi classe sociale e culturale, a denunciare questi atti, in quanto la maggior parte di esse tendono a non farlo, mettendo a rischio la loro vita. I manifesti contengono l’indicazione concreta del numero da chiamare per trovare aiuto in caso di violenza: il 1522.

L’installazione artistica, sarà realizzata con scarpe di donne e libri, posati sul marciapiede della fontana di Piazza Margherita, per dire basta alla violenza di genere contrastando l’ignoranza e il pregiudizio attraverso la cultura che è informazione, istruzione, conoscenza.

Venerdì 25 novembre alle 17:30 a Casa Speciale in Piazza Margherita si svolgerà “Letture e riflessioni” curato dal Consiglio di Biblioteca comunale. L’iniziativa è aperta a tutte e a tutti, singole persone, gruppi e associazioni. Chi vuole partecipare può intervenire con la lettura di un brano, o condividere una riflessione personale.

Domenica 27 novembre alle 20:00 in Piazza Margherita saremo catturati dall’intensità espressiva del Flash-mob e della performance teatrale“Una storia come tante”realizzati dagli allievi del Centro Danza MusicainMovimento con la direzione artistica di Alex Chiaramonte.

Attraverso questi momenti si vuole sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne e far crescere in tutti la coscienza di quanto la lotta contro essa sia uno dei segni distintivi di civiltà.
In Italia ogni tre giorni una donna viene uccisa da un uomo che la conosceva bene e che diceva di amarla.
Una violenza che si espande quando il diritto di denuncia è soffocato dalla vergogna, dall’indifferenza o, peggio ancora, dall’impunità. Una violenza che può essere estremamente sottile e nascosta, che si consuma tra le mura domestiche, quelle più insospettabili e invece le più profanate come anche nel quartiere e sul posto di lavoro: violenza psicologica, economica, fisica fino al femminicidio.
Una violenza radicata nella discriminazione di genere, che rappresenta la violazione dei diritti umani più diffusa nel mondo.

La prevenzione non può che passare da un processo collettivo di consapevolezza che la violenza va combattuta quotidianamente: nelle relazioni tra persone, nel linguaggio, nelle immagini, nella dimensione sociale, politica ed economica.

Appuntamenti:

25 novembre
Ore 17:30 “letture e riflessioni”
Piazza Margherita – Casa Speciale

27 novembre
Ore 20:00 “Una storia come tante”Flash mob performance teatrale con gli allievi del Centro Danza MusicainMovimento- direzione artistica di Alex Chiaramonte.
Piazza Margherita

Gian Clelia Cucco
Assessore alla Cultura

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.