Installati a Castelbuono i primi contatori idrici intelligenti. Si concretizza l’accordo curato dall’Unione Madonie

Avviata l’installazione dei contatori intelligenti per la gestione dell’acqua comunale. Dopo un iter burocratico abbasta lungo i primi contatori con modulo di telelettura sono stati posizionati a Castelbuono alla presenza del sindaco Mario Cicero, del Sindaco di Sclafani Bagni Giuseppe Solazzo, dell’azienda IDEA Srl che si è aggiudicata la fornitura, dell’amministratore unico di Sosvima Alessandro Ficile e del RUP PhD Ingegnere Pietro Conoscenti.

Oltre Castelbuono e Sclafani Bagni, dopo una fase di verifica, i nuovi contatori di tipologia Smart con tecnologia di trasmissione Drive By e idonei anche per la tecnologia Lorawan, ovvero per la lettura istantanea, saranno installati in tutti i comuni che hanno aderito all’accordo di programma quadro curato dall’Unione Madonie. La sostituzione dei contatori meccanici esistenti avverrà quindi nelle utenze di: Caltavuturo, Campofelice di Roccella, Collesano, Geraci Siculo, Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa e Scillato.

Complessivamente, ricorrendo all’istituto dell’accordo quadro, saranno posizionati 21980 contatori per un investimento di quasi tre milioni di euro.

“Con l’installazione dei contatori intelligenti – afferma il sindaco di Castelbuono Mario Cicero – proseguiamo nel percorso che ci consentirà di migliorare la qualità del servizio idrico e di rafforzare la gestione diretta dello stesso salvaguardando al meglio la risorsa idrica e rendendo sempre più trasparente il rapporto con i cittadini. Infatti il sistema installato consentirà, tra l’altro, di poter verificare i consumi orari e di intervenire con immediatezza anche nel caso di anomalie che si dovessero registrare a seguito di perdite o consumi impropri.”  

Grazie a questo sistema di misurazione viene snellito anche il lavoro di rilevazione dei dati di lettura finora eseguiti fisicamente dai dipendenti comunali.  L’acquisizione e gestione dei dati avverrà tramite una applicazione mobile per smartphone/tablet Android in telelettura Walk-By/Drive-by. Questo sistema consente di avere il dato del consumo in tempo reale, di capire se ci sono perdite e di avere anche informazioni sulla qualità dell’acqua. Tutto l’iter burocratico è stato seguito dall’Unione Madonie che si è fatta carico, grazie al mandato ricevuto dai comuni, di attivare tutte le procedure per la fornitura di Kit di contatori intelligenti da installare presso le utenze civili ed industriali.

“Ancora una volta – afferma Alessandro Ficile di Sosvima – riusciamo a cogliere un risultato che fino a poco tempo sembrava difficile da raggiungere: introdurre nella gestione della risorsa idrica strumenti di innovazione tecnologica utili anche ai fini del mantenimento della gestione salvaguardata da parte dei 14 comuni madoniti.”