Intervista a Frank Cascio, portavoce degli acquirenti del Palermo

[ilsitodisicilia] Frank Cascio è il portavoce della cordata che vuole il Palermo. Gli imprenditori a stelle e strisce, avrebbero pronti ben 50 milioni di euro da mettere sul tavolo del presidente Maurizio Zamparini. L’operazione tra Frank Cascio e il patron del Palermo va avanti ormai da diverse settimane. Gli americani che Cascio vuole portare nel capoluogo siciliano sono ovviamente interessati a fare “business”. Si parla di costruzione dello stadio, del centro sportivo e di multisale cinematografiche.

Originario di Castelbuono, Frank Cascio, 32 anni, è stato per anni assistente e manager della star del pop Michael Jackson. Cascio ha iniziato a dialogare con Zamparini su input del presidente del Venezia Joe Tacopina. E se gli americani dovessero entrare in gioco Maurizio Zamparini, che da mesi ormai si dice stanco e pronto a lasciare tutto, uscirebbe definitivamente dalla società.

Di seguito la nostra intervista esclusiva con Frank Cascio, contatto direttamente a New York. Da fonti a lui vicine, l’imprenditore italoamericano dovrebbe essere in Italia nei primi giorni di agosto. Sarà in compagnia di altri investitori americani per incontrare il presidente Zamparini e, chiudere, si spera l’affare.

Quanto sei veramente interessato all’affare del Palermo Calcio

“Molto, moltissimo. Al momento è la mia priorità”.

E’ vero che sei portavoce di alcuni imprenditori americani? Che interessi hanno nell’acquisire la società rosanero?

“Sì, lo posso confermare. Non sono solo un portavoce perché in questa trattativa ho un ruolo centrale. Io ci metto la faccia perché credo in questo progetto, per me il Palermo non è solo un’opportunità di investimento. Le persone che ho coinvolto credono in me, credono nella mia passione e nella mia visione, il loro interesse è far parte di tutto questo”.

Tu sei di origini castelbuonesi, tuo nonno Ciccio era di Castelbuono. Quanto influisce il fatto di essere di origini palermitane per avere un interesse sul Palermo Calcio?

“Moltissimo. Come detto il Palermo non è solo una squadra, è una passione. Tu sei siciliano, sai che il Palermo, l’energia e l’amore che c’è vanno ben oltre al calcio. Avere la possibilità di ridare alla città tutto quello che mi ha dato è un’occasione unica ed irripetibile”.

Il presidente Zamparini ha detto che ti sta aspettando per verificare se ci siano le condizioni di vendita. Quando lo incontrerai?

“Spero presto. Joe Tacopina (presidente del Venezia Calcio, ndr) sta facendo da mediatore e stiamo aspettando di coordinare con Zamparini un incontro. Lo so che il presidente del Palermo mi sta aspettando, io voglio incontrarlo, direi che ci sono tutti i requisiti perché questo incontro avvenga a breve”.

E’ vero che sei pronto ad investire a nome della “cordata” americana 50milioni di euro?

“Tra gentiluomini non si parla mai di soldi. Sono sicuro che troveremo un accordo che farà tutti felici, soprattutto i tantissimi tifosi rosanero. Voglio fare grande il Palermo ed i rosanero”.

Oggi quali sono gli obiettivi tuoi e degli imprenditori americani?

“Di fare una squadra senza limiti. Di poter ridare orgoglio ai palermitani. Voglio che il Palermo possa diventare un simbolo positivo per tutto il mondo sportivo dove con passione e voglia non esiste obiettivo troppo ambizioso”.

Che messaggio vorresti lanciare ai tifosi del Palermo?

“Non mi stancherò mai di ringraziarli. Mi stanno dimostrando un amore difficili da spiegare. Noi palermitani siamo così: non ci stanchiamo di dare, siamo generosi e questa generosità mi da ancora più slancio per cercare di chiudere quanto prima questo accordo. Prometto a tutti voi che farò di tutto per rendervi orgogliosi e contraccambiare tutto il vostro affetto con una squadra vincente ed una storia tutta da scrivere insieme!”

Altra curiosità: tu hai origini come detto di Castelbuono, perché non hai mai investito sulla squadra della Polisportiva che disputa da due anni l’Eccellenza, considerato il campionato di serie A dei dilettanti?

“Ti ringrazio per la segnalazione. Chissà che in futuro possa essere questo un altro progetto da aggiungere a quelli che ho in cantiere per il Palermo”

Quando sarai a Castelbuono? Quando possiamo incontrarci e festeggiare insieme l’acquisto del Palermo?

“Quando verrò in Italia per incontrare Zamparini cercherò di passare per Castelbuono. Speriamo di incontrarci presto. Kind regards”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.