“La bufala della pillola anti-alcol e le donne più pudiche d’Italia.”

Sapevate cos’è l’ETISORB? Si tratta di una pastiglia che riduce l’effetto dell’alcool sull’organismo. Una pillola ingerita prima di bere riduce l’effetto alcolemico fino al 60-70 %, o perlomeno così dicono. A smentire quella che aveva tutti i presupposti per essere una bufala, c’ha pensato Gianni Testino, vice presidente italiano della Società Italiana di Alcologia, che si è sottoposto ad un test (d’altronde il nome non smentisce). Il medico ha bevuto, a stomaco vuoto, 5 bicchieri di vino, in due giorni diversi, con la differenza che, la seconda volta, aveva precedentemente ingerito due pillole di Etisorb. Risultato: i prelievi del sangue effettuati a intervalli regolari hanno mostrato che con le pillole l’effetto si è protratto nel tempo, ma non si è affatto ridotto, posticipando di fatto l’azione riparatoria del fegato, effetto paragonabile ad una bevuta effettuata dopo una cena, a stomaco pieno. Tutto qui. Per cui lo spot pubblicitario della pillola (in foto) che millanta di essere il rimedio anti-sbronza è un clamoroso falso, che ha costretto il Ministero della Salute a ritirarla dal mercato. Di certo era un rischio avere in mercato, pochi giorni prima di Capodanno, una soluzione che illudesse tanti giovani (e non) che festeggiano bevendo fino a tarda notte, pensando di poterlo fare senza conseguenze. Più che altro un tentativo di arricchirsi sulla pelle di tanti che magari si sarebbero messi alla guida convinti di non aver nessun effetto da assunzione di alcol.

Ormai si fanno statistiche su tutto, una delle più strane mi è arrivata all’occhio stamane, quando ho letto che le donne palermitane sarebbero, tra le siciliane, le più restie al corteggiamento online. La fonte è Badoo, il social network degli incontri online, con più di 165 milioni di iscritti. Secondo questa speciale classifica, a livello nazionale le più inaccessibili sono le napoletane, mentre a livello regionale, dopo le palermitane ci sono le catanesi. Brutti tempi per noi uomini meridionali. A livello europeo invece sono le francesi a non cedere facilmente agli inviti via chat. Questo studio, che può sembrare uno spaccato banale sulle inibizioni e sugli atteggiamenti erotici, è proxy di una tendenza sempre più grande di approcci via chat. La comunicazione diretta, faccia a faccia, è sempre più rara e prendono campo gli incontri, anche casuali, via internet, portali di chat sono uno stimolo in più per chi magari è più timido e diffida dagli approcci a tu per tu. Molto più semplice lasciarsi andare protetti da uno schermo. Qualcuno sostiene di riuscire a essere più se stesso. Io non sono d’accordo. Ma così vanno le cose.

Fine del numero natalizio di OltreFiumara, ci vediamo l’anno prossimo.

?Oltre Fiumara ? Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?