La Castelbuono-Cefal? si far?. Pubblicato il bando di gara

[LAVOCE WEB] Si abbreviano i tempi per l?avvio dei lavori di questo segmento infrastrutturale, lungo 12 chilometri per un investimento di 530milioni di euro. Il collegamento rientra nel progetto del corridoio trans europeo 1 sull’asse Berlino-Palermo. Il progetto, caldeggiato anche dal sindaco di Cefal? Giuseppe Guercio e dall?assessore Nicola Torcivia, ? stato per anni seguito dal presidente del comitato cittadino “Cefal?-Quale ferrovia? Enzo Cesare, che non ha mai smesso di battersi perch? i fondi venissero stanziati. ?La pubblicazione del Bando di gara riguardante il raddoppio ferroviario della tratta Cefal?-Castelbuono in un momento in cui gli investimenti nel Mezzogiorno sono limitatissimi ? una conquista di notevole rilievo per il futuro economico e turistico di Cefal?, delle Madonie e della Sicilia?, ha commentato il sindaco Guercio. ?L?impegno dell?attuale e della precedente Amministrazione comunale per raggiungere quest?ambito obiettivo ? stato incalzante – ha detto, soddisfatto, Enzo Cesare – e il risultato finale dimostra come questa battaglia portata avanti da noi e da Legambiente, insieme ad altri organismi ambientalisti, avesse i presupposti per essere vinta. Pi? che mai producenti sono inoltre state le nove specifiche interrogazioni parlamentari presentate dei senatori Simona Vicari, Antonio Battaglia, Bartolo Fazio, Francesco Ferrante, Fabio Giambrone, Giuseppe Lumia e dell?onorevole Leoluca Orlando, molte delle quali sono state sottoscritte a firma congiunta e bipartisan?. ?A lavori ultimati – tiene a precisare il sindaco Giuseppe Guercio – la citt? sar? pi? vivibile e sicura, senza i pericoli da elettrosmog grazie allo spostamento della sottostazione elettrica fuori dal centro abitato. Con l?attraversamento quasi interamente in galleria del doppio binario, compresa la nuova fermata in sotterranea, simile a una stazione metropolitana, Cefal? potr? concretamente puntare all?auspicato incremento della ?industria delle vacanze? con il nuovo assetto urbanistico previsto dal Piano regolatore generale di prossima adozione, che prevede tra l?altro l?utilizzo delle aree che saranno rese libere dalla dismissione dell?attuale linea e stazione ferroviaria?.
02.05.2011
Paola Castiglia