“La frana frena il turismo”

[MADONIENEWS – A.Naselli – 31/1] Un movimento terra per un frontale di circa 100 metri ostruisce il passaggio nella bretella Liccia-San Guglielmo dove si trovano 3 alberghi e 2 strutture di comunit?. Cicero e Avanti: dialogo tecnico per soluzione veloce.

Le frane colpiscono anche il turismo castelbuonese ma le amministrazioni comunale e provinciale sono gi? mobilitate. Si ? svolta ieri sera presso gli uffici del sindaco una conferenza di servizi per affrontare la questione della bretella di collegamento Liccia-San Guglielmo franata per circa 100 metri e che praticamente ha tagliato fuori una vasta zona piena di impianti turistici come l?albergo Milocca, l?agriturismo Rocca di Gonato, il rifugio di Piano Sempria e le strutture del Villaggio dei Fauni e la Casa diocesana del Seminario Arcivescovile.
L?allarme lanciato nei giorni scorsi dagli albergatori ha messo in funzione la macchina amministrativa del Comune guidato da Mario Cicero e, con un collegamento diretto durante la conferenza dei servizi con il presidente della Provincia Giovanni Avanti, gli uffici tecnici della Provincia. Infatti, Avanti ha assicurato per oggi (venerd? 30 gennaio) la presenza di un tecnico della Provincia per constatare l?entit? del danno alla strada e studiare le misure per la sua messa in sicurezza. ?Abbiamo potuto constatare?, sottolinea il presidente del cda della societ? che gestisce l?Albergo Milocca , Vincenzo Cintura, ?che sia il sindaco Cicero che il presidente della Provincia Avanti si sono attivati immediatamente per avviare a soluzione il problema che , se non rimosso a tempo, potrebbe pregiudicare il lavoro delle strutture turistiche che si trovano in quell?area?. Il sindaco Cicero ha gi? fatto eseguire una relazione geologica a un tecnico del comune che sar? la base per l?esame che il tecnico della Provincia eseguir? oggi. Attualmente la strada di collegamento ? ostruita dalla massa franosa ed il passaggio ? non facile. E? evidente che la messa in sicurezza dell?arteria dovr? avvenire in tempi rapidi poich? una chiusura del collegamento sarebbe un danno economico per le strutture turistiche.

Andrea Naselli
-30 gennaio 2009-

15 Commenti

  1. In compenso giover? al turismo i soldi ke arriveranno al comune di Castelbuono per rifare l’area castellana, e quelli ke si stanno spendendo x rifare la casa comunale. L’estetica prima di tutto xk? poi dobbiamo andare in tv. Speriamo ke nel rifacimento dell’area castellana sparir? l’eterneth dai Fontanelli, si metter? in sicurezza il castello stesso e vi sar? anke accesso x i disabili. Ma se avanza qualke euro lo si prender? x rifare la rete idrica?

  2. @ Alfredo: grazie, ma il gioco di parole ? dell’autore dell’articolo, e cio? Andrea Naselli di Madonienews. Per questo le virgolette.
    @ Luigi: dalle tue parole sembra quasi che aver trovato i soldi per la casa comunale e – purtroppo ancora da verificare – per qualche intervento sull’area castellana, sia una colpa.. Estetica? Bah.

  3. Non sto dicendo che ? una colpa non fraintendetemi! Dico solo che bisognerebbe istituire delle priorit?! O sbaglio? Per la casa comunale i lavori sono gi? iniziati da tempo, per l’area castellana arriveranno! Ma per la rete idrica? La strada per S.Guglielmo? Il piano traffico quello gi? l’abbiamo pagato peccato che non piace a nessuno! Il servizio dei vigili urbani? La sicurezza notturna? L’annullamento di tutte le barriere architettoniche, la diffusione cdi una banda larga sia fissa che mobile, la famosa connessione WI-FI. Un miglioramento della macchina amministrativa a partire anche da alcuni dipendenti pubblici, che rallentano la macchina burocratica, (A parer mio esiste un altra casta, appunto i dipendenti pubblici, ai quali bisognerebbe far venire “A ficareddra nto c..i” visto che tanto loro alla fine per loro il 27 viene sempre, Brunetta il ministro ipod-nano docet!). O per altri problemi importanti per la vivibilit? del paese a quando i contributi? Non esiste solo saper differenziare l’immondizia, che comunque non ha generato ancora i risparmi promessi. Estetica? A parer mio si! Ci sta tutta! Perch? si punta ad un paese bello ma funzionale ai limiti del tollerabile! Nel senso che se ci vivi ti accorgi di cosa funziona o non funziona, se sei di passaggio ti mostrano solo un lato della medaglia! Ma tanto come canta Battiato….siamo tutti di passaggio!

  4. Si nutre il fondato sospetto che dietro la parafrasi ?A ficareddra nto c..i? si celi una metafora scurrile e alquanto indecente.
    Ammoniamo l’autore del commento affinch? ripristini un linguaggio che non precluda la lettura del sito ai minori.
    Inoltre, se l’autore del commento incriminato ha avuto in passato diverbi burocratici unti di polemica politica con dipendenti pubblici, ci? non lo autorizzi a sproloquiare contro l’intera classe dei lavoratori pubblici.
    Infine, per quanto riguarda l’appellativo gentilmente donato al Ministro Brunetta, redarguiamo aspramente la redazione: che il grado di ironia non raggiunga vette cos? “alte”… al massimo (e solo fino all’avvio del periodo quaresimale) si raggiunga il “minimo sindacale”…

  5. Sommario e impreciso Signor delle Bicocche, ma di cosa sta parlando?! Sull?area castellana e sull?estetica proprio non la seguo. Riuscire a ridare dignit? al Luogo per antonomasia di una Citt?, all?identit? di una Comunit? a Ella sembrerebbe un puro esercizio estetico, quasi superfluo?
    Le sembra un problema meramente estetico poter restituire un Teatro alla Comunit?: non crede che nel concetto di Sviluppo di una societ? i servizi – anche culturali – siano essenziali?
    Io credo che il problema non sia dire prima l?acqua e poi il teatro o viceversa, si tratta di tentare di sfruttare tutte le possibilit??che hanno campi di applicazione diversi e che hanno trattazione e approfondimento diverso a seconda dello specifico contesto in cui ci si trova.
    Nelle sedi appropriate ogni cosa: quando si muove un Museo e la sua Amministrazione non pu? che approfondirsi il tema delle politiche culturali, quando si muove l?assessorato ai LL.PP. si approfondiranno i temi (stringenti, concordo) delle opere di pubblica utilit?, delle reti idriche, dei parcheggi, della mobilit? non inquinante?
    Inoltre se Ella fosse stata presente al convegno di sabato scorso presso il castello comunale ? o se c?era? se fosse stata pi? attenta ? avrebbe colto gli input serrati lanciati dall?Amministrazione del Museo sia sulla necessit? di consolidare e quindi completare il restauro del castello, sia sulla urgenza di abbattere le barriere architettoniche che imbarazzano e mortificano non poco chi lavora concretamente per tentare di far funzionare una struttura culturale problematica come sicuramente ? un edificio medievale.
    Certi commenti lasciano il tempo che trovano quando offendono il lavoro fattivo e l?entusiasmo di chi vuole crederci.

    Adriana Scancarello – Direttore Museo Civico

  6. Non voglio continuare la polemica, poich? non n? ho la competenza dato che sono un Castelbuonese Qualunque, (Non qualunquista!)! Evidentemente mi sono espresso male, o quanto meno ho espresso argomenti per certi versi tab?. Lo sapete che vi dico Castelbuono.org pu? fare tranquillamente a meno di Luigi Delle Bicocche. Chiedo venia al Direttore del Museo Civico se ho offeso il suo operato, ma non era questo il mio intento. E chiedo scusa a tutti i lettori di questo blog! Prometto di trattenermi a commentare o a sottolineare quello che per un Castelbuonese Qualunque possa sembrare storto. Ma d’altronde chi sta ai piedi delle torri d’avorio non pu? scorgere l’orizzonte, di chi di contro vi sta in cima!

    Per il censore:

    Fonte Wikipedia.it

    Il c..o ovvero le natiche costituiscono la parte superiore della coscia e quella inferiore del tronco dei primati. La parola “natiche”, anche dette glutei o c….e o c..o (volgare derivante dal latino culus) o fondoschiena o sedere o posteriore o di dietro o deretano, identificano una rotondit? adiposa sovrastante il muscolo grande gluteo, che ricopre l’intera regione glutea, costituita dai piani ossei dell’anca e dell’ischio. Il margine superiore ? individuato dalla cresta iliaca e quello inferiore ? dal solco orizzontale del gluteo. Le due fesse sono separate dal solco intergluteo, in cui ? situato l’ano. I glutei permettono ai primati di sedersi senza il bisogno di poggiare il proprio peso sugli arti, come fanno gli altri mammiferi. Le natiche in quanto segnale sessuale sono considerate attraenti da molte culture, e valutate esteticamente in vario modo. Fin dalla preistoria si possiedono raffigurazioni di donne dai caratteri sessuali (in particolare le natiche) esageratamente accentuati (le “Veneri del Neolitico”). Nell’antichit? classica spesso Venere/Afrodite ? raffigurata come “callipigia” (cio? “dalle belle natiche”, dal greco kal?s e pyg?). Le natiche della donna, vista di spalle, sono iscrivibili in un cerchio. Quelle dell’uomo sono approssimativamente iscrivibili in un quadrato (confronta immagini a lato). Le natiche, normalmente coperte nella maggior parte delle culture, possono essere esposte come segno di protesta, per provocazione o per semplice divertimento. Scoprire le natiche di qualcuno all’improvviso pu? essere fonte di umiliazione (da questo deriva la locuzione “prendere per il c..o” come sinonimo di “prendere in giro, dileggiare”).
    Molti comici, scrittori e artisti trovano in tutto questo una fonte di umorismo e divertimento.
    ? molto comune l’uso delle natiche come metonimia per l’intera persona, spesso con connotazioni negative. Ad esempio una persona pu? dire “muovi il c..o” come esortazione per la fretta o urgenza. Espresso come una funzione punitiva, una punizione o un attacco diventa “prendere a calci in c..o”. Una connotazione positiva ? presente nella popolare espressione “avere c..o”, dove le natiche simboleggiano la fortuna.

    Espressioni e sinonimi:
    Esistono numerose espressioni, pi? o meno colloquiali, per denominare questa parte anatomica. Dal registro pi? formale a quello pi? colloquiale (anche volgare) si pu? trovare, ad esempio:

    boffice
    chiappe
    cul?ssa
    c..o
    deretano
    didietro
    fondelli
    fondoschiena
    glutei
    mele
    pacche (napoletano-longobardo)
    pandoro
    panettone
    paniere
    posteriore
    sedere
    mazzo.

    Cos? come per gli organi sessuali maschili e femminili, Giuseppe Gioachino Belli volle dedicare un suo ironico sonetto ai sinonimi del termine “natiche” adottati comunemente dal popolino romano (o supposti tali).

    (IT) (ROMANO)
    ? Pijjate e ccapate

    Pe nnun d? cculo, pp?i d? cchiappe, ano,
    preterito, furello, chitarrino,
    patume, conveggnenze, signorino, 1
    mela, soffietto, e Rrocca-Canterano.2

    Di? ttafanario, culeggio-romano,3
    Piazza-culonna,4 Culiseo,5 cuscino,
    la porta der cortile, er perzichino,
    bbomm?,6 ffrullo, frullone e dderetano.

    Faccia de dietro, porton de trapasso,
    er cularcio,7 li cuarti, er fiocco, er tonno,
    e ll?orgheno, e ?r trommone,8 e ?r contrabbasso.

    E cc?? cchi lluna-piena l?ha cchiamato,
    nacch?e ppacche, sedere, mappamonno,

    cocommero, sescesso, e vviscinato.9 ?

    (IT)
    ? Prendete e cap?te

    Per non dire c..o, puoi dire chiappe, ano,
    preterito, furello, chitarrino,
    patume, convenienze, signorino,
    mela, soffietto, e Rocca-Canterano.

    Di? tafanario, culeggio-romano,
    Piazza Culonna, Culiseo, cuscino,
    la porta del cortile, il perzichino,
    bomb?, frullo, frullone e deretano.

    Faccia di dietro, porton di trapasso,
    il cularcio, i quarti, il fiocco, il tondo,
    e l?organo, e il trombone, e il contrabbasso.

    E c?? chi l?ha chiamato luna piena,
    nacch?e ppacche, sedere, mappamondo,

    cocomero, secesso, e vicinato. ?

    P.S.
    Prometto alla Redazione che questo sar? il mio ultimo commento! Dato che esprimere una critica non contro la persona ma contro un sistema ? paragonabile ad un atto di ignoranza qualunquistica! Scusate ancora! Ad maiora!

    P.S. 2 “Voi siete gli eroi!”

  7. Ma per carit?…nessuna offesa n? al mio operato n? a quello del CdA di cui mi sento parte integrante. Era solo una precisazione doverosa quella dell’Amministrazione del Museo.
    Per il resto Lei ha il dovere/diritto di pungolare e di sollecitare su ogni attesa leggittima della comunit? di cui fa parte. Purch? sia fatto con i giusti interlocutori e contestualizzato opportunamente. La ringrazio per l’attenzione.

  8. Perdere il signor delle Bicocche significherebbe perdere un pezzo di democrazia in questo sito popolato dai vertici del potere. Signor delle Bicocche caro, non ci abbandoni in questa valle di lacrime. Se ci abbandona Lei, il signor Solaro, Giorgio Campo e La Sgricia, siamo davvero nella m…a (tanto per non scrivere volgarit?). Si mostri tenace come sempre lo ? stato, ci tenga al corrente delle magagne e dei sotterfugi.
    P.S. Nel tentativo di autocensurare la citazione popolare ?A ficareddra nto c..i? commise un’errore nell’ultima lettera, per quello la volgarit? assumeva contorni eufemistici estremi. Con sincera stima Le auguro di scrivere sempre su castelbuono.org (sia commenti che quei begli articoli di un tempo).
    Stavo per dimenticarlo, complimenti per la definizione tratta da wikipedia…
    Comunque, il tetto delle fontanelle ? un problema che non pu? certo passare inosservato!!!!

  9. A scanso del fatto ke nn voglio ke qualcuno pensi ke volessi tutto ci?.Vi ringrazio per la stima,ma cmq prometto di essere pi? chiaro ed obiettivo la prox volta,meno presuntuoso,ma pur sempre un p? rompiscatole. Xk? il mio intento nn ? mai stato offendere ma difendere,il vero dal falso, l’opinione e la critica costruttiva dal qualunquismo di ki nn ha il coraggio di dire quello ke pensa. Xk? sono sincero e la Redazione lo sa, ke se ho scritto quelle cose nel mio precedente commento ? xk? a volte ci vuole molto coraggio nell’esprimere un opinione,conoscendo chi sono veramente e cosa si pu? rischiare dicendo certe cose all’interno di piccole comunit?. Come diceva Vito Catozzo “Il paese ? piccolo e la gente…mormora!” Grazie ancora.

    Luigi delle Bibocche

  10. reperire fondi: la verit? ? che cantieri e cantierini sono uno dei pochii sistemi per dare aria ad un’economia asfittica.che vive di impiego pubblico (spesso clientelare), forestale, pensioni ed invalidit?. poco conta che sia il cinema fontanelle piuttosto che il castello o il municipio.ed ? vero che a viverci ? dura, burocrati arroganti e continui balzelli su cittadini. posteggi a pagamento anche in spregio al codice della strada (l’ultima scoperta il parente invalido per il cartellino del posteggio)..finch? i soldi ci saranno.verr? prima o poi il momento in cui ci dovremo pagare tutto con le tasse del nostro territorio, stipendi di cariche elettive e …di nomina diretta.per i servizi forse qualche spicciolo rester

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.