“La frana frena il turismo”

[MADONIENEWS – A.Naselli – 31/1] Un movimento terra per un frontale di circa 100 metri ostruisce il passaggio nella bretella Liccia-San Guglielmo dove si trovano 3 alberghi e 2 strutture di comunit?. Cicero e Avanti: dialogo tecnico per soluzione veloce.

Le frane colpiscono anche il turismo castelbuonese ma le amministrazioni comunale e provinciale sono gi? mobilitate. Si ? svolta ieri sera presso gli uffici del sindaco una conferenza di servizi per affrontare la questione della bretella di collegamento Liccia-San Guglielmo franata per circa 100 metri e che praticamente ha tagliato fuori una vasta zona piena di impianti turistici come l?albergo Milocca, l?agriturismo Rocca di Gonato, il rifugio di Piano Sempria e le strutture del Villaggio dei Fauni e la Casa diocesana del Seminario Arcivescovile.
L?allarme lanciato nei giorni scorsi dagli albergatori ha messo in funzione la macchina amministrativa del Comune guidato da Mario Cicero e, con un collegamento diretto durante la conferenza dei servizi con il presidente della Provincia Giovanni Avanti, gli uffici tecnici della Provincia. Infatti, Avanti ha assicurato per oggi (venerd? 30 gennaio) la presenza di un tecnico della Provincia per constatare l?entit? del danno alla strada e studiare le misure per la sua messa in sicurezza. ?Abbiamo potuto constatare?, sottolinea il presidente del cda della societ? che gestisce l?Albergo Milocca , Vincenzo Cintura, ?che sia il sindaco Cicero che il presidente della Provincia Avanti si sono attivati immediatamente per avviare a soluzione il problema che , se non rimosso a tempo, potrebbe pregiudicare il lavoro delle strutture turistiche che si trovano in quell?area?. Il sindaco Cicero ha gi? fatto eseguire una relazione geologica a un tecnico del comune che sar? la base per l?esame che il tecnico della Provincia eseguir? oggi. Attualmente la strada di collegamento ? ostruita dalla massa franosa ed il passaggio ? non facile. E? evidente che la messa in sicurezza dell?arteria dovr? avvenire in tempi rapidi poich? una chiusura del collegamento sarebbe un danno economico per le strutture turistiche.

Andrea Naselli
-30 gennaio 2009-