La lettera del segretario comunale Rosario Bonomo al personale

(MADONIELIVE.COM – Giuseppe Spallino) Il 30 luglio il nuovo segretario comunale Rosario Bonomo ha scritto una lettera che di seguito pubblichiamo al personale. Bonomo intanto ha visitato la struttura Badia (Museo Naturalistico ?Francesco Minà Palumbo? e Biblioteca) e il Museo Civico. Ecco il testo integrale della lettera:

In data 23 luglio c.m., a seguito della nomina fiduciaria del Sig. Sindaco, ho assunto servizio quale nuovo Segretario Generale del Comune di Castelbuono.

In questo ruolo, ritengo doveroso e opportuno rivolgere a ciascuno di voi un cordiale saluto attraverso le seguenti riflessioni.

Viviamo un momento storico certamente difficile e complesso con pesanti ricadute sulle singole realtà locali soprattutto relativamente al versante economico ed occupazionale.

In tale contesto poter mettere a disposizione della comunità in cui si vive la propria esperienza e la propria professionalità è certamente un forte impegno da affrontare con senso civico e testimonianza etica.

Sarà quindi un mio preciso intendimento dare piena attuazione, con determinazione e costanza, al dettato costituzionale, che prevede espressamente: ??I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l?imparzialità dell?amministrazione? (art. 97).

Pertanto, nell?adempiere i propri doveri d?ufficio, bisognerà che tutto il personale persegua l?interesse pubblico con diligenza ma anche con efficienza ed economicità, mettendo in atto le proprie competenze e valorizzando il ruolo che ciascuno, nessuno escluso, ricopre nella consapevolezza che il lavoro non è solo un diritto ma anche un forte dovere. Tale dovere si realizza operando con competenza al servizio dell?Ente, pubblico o privato, in cui si lavora, senza mai dimenticare che tutti siamo operatori di servizi e utenti nello stesso tempo.

In questo contesto, nel pieno rispetto dei ruoli e delle responsabilità che le vigenti leggi sul Pubblico Impiego hanno codificato, troverete in me un convinto fautore del confronto, del dialogo, della partecipazione, della formazione e della meritocrazia, ma anche un fiero antagonista di comportamenti e/o atteggiamenti non coerenti e in contrasto con quanto sopra enunciato.

Mi appello quindi al forte senso di responsabilità e alla professionalità che certamente appartengono ad ognuno di Voi, ma anche alla Vostra sensibilità di ?appartenenza? ad una comunità che deve crescere e fortificarsi anche grazie alla responsabilità e all?impegno con cui ciascuno svolge il proprio lavoro sapendo che con il contribuito di tutti è possibile concretizzare risultati utili e durevoli per l?intera città e contribuire ad una convivenza fondata sull?operosità coerente ed onesta.

Alla luce di queste considerazioni, auguro a tutti buon lavoro.