La Polisportiva cade in casa e riapre il campionato

(MADONIELIVE.COM Rosario Cusimano) Prima sconfitta stagionale per la Polisportiva Castelbuonese che, nella seconda giornata di ritorno del campionato di Seconda Categoria è stata sconfitta per 0-2 da un?ottima Gratterese.

I padroni di casa, orfani del bomber Antista che difficilmente potrà tornare in campo in questa stagione, partono forte e già all?11? creano una bella opportunità. A. Cicero apre sul versante opposto per Zafonte  che calcia di destro ma il portiere ospite riesce a respingere. Al 18? la migliore occasione di tutta la gara. Zafonte dalla destra mette dentro un bel traversone, sponda di testa di Duca e tiro a botta sicura di A.Cicero che costringe al miracolo l?estremo difensore cefaludese. Al minuto 35, in una delle rare sortite offensive degli ospiti, il portiere Gentile trattiene in maniera fin troppo vistosa Culotta lanciato a rete ed è costretto anzitempo ad abbandonare il match per una espulsione sacrosanta. Il finale del tempo è segnato da un accenno di rissa in cui Guttilla, ala destra della Gratterese, viene espulso per una manata ai danni di un avversario. Una volta ristabilita la parità numerica la Castelbuonese dovrebbe cercare di riprendere in mano le redini del gioco e invece al 6? della ripresa è la Gratterese a passare in vantaggio. Corner dalla sinistra e incornata vincente di Ingenio che irrompe sul primo palo e di testa mette in rete: 0-1. La rete degli ospiti è una mazzata per la Castelbuonese che non riesce a reagire e al 32? subisce il raddoppio con Culotta che sfrutta alla perfezione un bel filtrante del compagno di reparto e trafigge G.Cicero con un destro in corsa: 0-2. Alla luce di questa pesante, quanto inaspettata sconfitta, la Castelbuonese riapre, suo malgrado, il campionato anche grazie alla vittoria esterna per 4-2 del Geraci sul terreno del Polizzi. Ora i punti di vantaggio sulla seconda sono 5, un margine ancora abbastanza rassicurante ma guai ad abbassare la guardia perché, come si è visto con la Gratterese, le insidie sono sempre dietro l?angolo.

Rosario Cusimano