La Pro Loco protesta. Bloccato l’accesso alla struttura

[Riceviamo e pubblichiamo]

La Pro Loco di Castelbuono, oggi

Sig. Turista, ci scusi:

se non abbiamo mantenuto la promessa che Castelbuono avrebbe potuto fruire di  un servizio di assistenza ed informazione turistica aperto 12 ore al giorno e presidiato da giovani laureati in grado di interloquire in diverse lingue straniere;

 

Sig. Turista, ci scusi:

se invece di poter ammirare piazza Margherita nella sua elegante e semplice bellezza, deve imbattersi in un luogo spesso pieno di bancarelle, gazebi e strutture di vario tipo che addirittura nascondono ed impediscono l’accesso ad un sito monumentale e ad un edificio (l’ex carcere con relativa Torre dell’orologio) destinato a visite guidate,  presidiato da soci volontari della Pro loco innamorati del loro paese e gestito in convenzione con il Comune (sic!). Non Le posso imporre, sig. Turista, l’ingresso  secondario  che comporterebbe problemi di accessibilità non indifferenti (Lei sarebbe costretto a fare altri 30 gradini oltre i 40 già esistenti).

 

Ragazzi del gruppo di assistenza turistica della Pro Loco, mi scuso

mi scuso perchè vi ho illuso chiedendovi di partecipare ad un progetto che aveva cominciato a dare a Castelbuono un servizio di assistenza ed un punto informativo finalmente presidiato da personale altamente qualificato, adeguato per  un paese che dai proclami dei nostri amministratori di ieri e di oggi viene definito a prevalente vocazione turistica;

 

mi scuso ancora con voi in quanto le motivazioni che vi hanno portato spesso a trascurare i vs. affetti ed il vs. tempo libero  per assicurare la citata turnazione alla Pro Loco a disposizione dei turisti sono state smantellate da questo sistema organizzativo degli spazi pubblici, fuori da ogni regola e controllo;

 

Ragazzi tirocinanti del progetto Nett presso la Pro Loco per conto del Ministero del Lavoro, mi scuso

mi scuso se, a seguito della impossibilità, mi auguro temporanea, di poter effettuare il tirocinio di assistenti turistici per il quale siete pagati dal Ministero, possiate correre dei rischi nella ipotesi, prevista contrattualmente, di ispezioni da parte dell’Ispettorato al Lavoro che potrebbe verificare la non corrispondenza della vostra. attività rispetto allo scopo del  vostro avviamento, con le conseguenze del caso;

 

Spett/le Istituzioni comunali Museo civico e F. Minà Palumbo di Castelbuono, mi scuso

mi scuso preventivamente perchè, perdurando questo sistema di disconoscimento dei ruoli e delle relative attività, gli attuali soci del servizio di assistenza turistica, demotivati per l’accaduto , non potranno offrire in futuro il loro contributo di assistenza ai  visitatori del Castello  e degli altri siti storico-monumentali di Castelbuono (dal mese di marzo al mese di giugno 2014 hanno contribuito ad assistere più di 4.000 visitatori con  relativi accompagnatori);

 

Simpatici ragazzi di   HYPERLINK “https://www.facebook.com/Ypsigrock?hc_location=timeline” Ypsigrock Festival, preciso laddove ce ne fosse bisogno (“chapeau”)

La presente è da intendere come un messaggio, mi auguro garbato ma fermo, rivolto a chi deve controllare ed autorizzare gli spazi pubblici

 

Sig. Sindaco, mi dolgo

devo necessariamente prendere atto dell’accaduto. Me ne farò una ragione.

Tenteremo ancora, se ne faccia una ragione, nell’azione intrapresa fidando in qualche residuo di entusiasmo nei volontari così maldestramente bistrattati:

 

Sig. Sindaco

cortesemente ma fermamente Le chiediamo, per l’immediato futuro, nelle more di un auspicabile tavolo tecnico sul decoro urbano, l’emanazione di un provvedimento che preveda una fascia di rispetto nell’area di piazza Margherita antistante l’ingresso della ex Banca di Corte, sede anche del Servizio di Assistenza Turistica.

 

Distintamente

Il Presidente ed i componenti del CdA della Pro Loco

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.