La segnalazione di un lettore. “Dopo l’incanto…il disincanto”

Nevicata. La metamorfosi è avvenuta in silenzio, la neve è scesa piacevolmente e ha creato una metamorfosi nelle persone e nelle cose.

Immaginate la faccia di chi, il giorno di Capodanno, va a prendere la propria macchina e la trova gravemente danneggiata su tutta la fiancata?

Chi ha avuto la viltà di urtare e andare via senza lasciare, almeno, un biglietto di recapito? Dove è il senso civico? Di cosa ha paura?

La verità rende liberi. La legalità dovrebbe essere alla base del vivere civile. Se qualcuno è sensibile a questo richiamo e vuole riparare il male fatto, può lasciare il proprio recapito alla redazione.

Non si può lasciare nel tormento del danno ricevuto chi, avendo la propria auto in ottime condizioni, è ora costretto a ripararla… a proprie spese.

L’assicurazione esiste proprio per questo. Coraggio! Si faccia avanti il colpevole. Non si pentirà sicuramente di agire con giustizia, piuttosto inizierà il nuovo anno con un atto di rispetto delle regole e del buon vivere che potrebbe dare una spinta per amarsi di più.

Il rispetto delle minime regole sulla circolazione dovrebbe, soprattutto, essere dettato dal buon senso e consentirebbe ai cittadini di circolare in sicurezza senza mettere a repentaglio la vita delle persone o delle cose.

Giuseppe Lima