“La vera piaga ?… il traffico” (da J.Stecchino)

Riceviamo e pubblichiamo

Un altro traguardo si sta raggiungendo a Castelbuono. La Giunta ha approvato – giorno 04.03.08 con Delibera n° 16 – “L’Adozione Piano Generale di Regolamentazione del Traffico Urbano del Comune di Castelbuono”, che permetterà di aprire il confronto nella società Castelbuonese su come razionalizzare l’uso dell’automobile all’interno del centro urbano.

Il Sindaco Mario Cicero dichiara che, con questa Delibera, si avvia il confronto per far si che le forze politiche, le organizzazioni sindacali, di categorie e il singolo cittadino possano dare il proprio contributo per trovare la soluzione migliore per convivere con i 6500 autoveicoli che circolano su Castelbuono.
E allora, con l’atteggiamento costruttivo che sempre ha animato i Castelbuonesi nei momenti importanti per le scelte da fare nell’interesse comune, diamo il nostro contributo senza polemiche o interessi di parte con la consapevolezza che se riusciamo a gestire meglio le problematiche del traffico veicolare contribuiremo a rendere più bella la nostra città, ad attrarre sempre di più tutti coloro che già l’apprezzano per i percorsi culturali che abbiamo avviato, per i prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia che sappiamo proporre e per i servizi offerti.
La sfida è nelle nostre mani, l’Amministrazione si pone in una posizione di ascolto e chiunque potrà presentare osservazioni in merito al piano e insieme al Consiglio approvare definitivamente il progetto migliore.

Mario Cicero
Sindaco di Castelbuono

4 Commenti

  1. penso che prima di tutto sia il caso di decidere se produrre un piano traffico in favore dei commercianti o della vivibilità del paese. nel primo caso allora meglio gettare la spugna! e nn è una affermazione superficiale la mia; in ogni zona ci sono ormai punti commerciali vari, ed è già noto come questi punti per abitudine vengono raggiunti in macchina. basta l’esempio di via cefalù, che ormai senza lo stupore di nessuno è perennemente ad una corsia, in molti punti. non è però nemmeno giusto sottovalutare le esigenze dei commercianti. come uscire dunque da questo pantano? penso che un punto di partenza ragionevole sia quello di dare per scontato che sarà impossibile in ogni modo accontentare tutti. basta decidere chi scontentare….. facile no…….

  2. Il Comune penso abbia uomini e mezzi per tirar fuori dal cassetto un piano di regolamentazione del traffico in grado di rendere Castelbuono, almeno sotto quest’aspetto, più vivibile, ed a misura d’uomo. L’Assessore al traffico dica quali soluzioni intende adottare, del resto viene pagato. Se dovesse riuscirci ne avrà il merito, al contrario dovrebbe dimettersi. Intanto, per cominciare e tutelare la salute dei cittadini, bisognerebbe togliere subito da strade e piazze tutti quei prodotti alimentari, frutta e verdura in particolare, regolarmente esposti in bella vista ad altezza di marmitta. Non capisco come questo sia possibile. Chi acquista questi prodotti, acquista anche, compresi nel prezzo, tutti i derivati della combustione del petrolio, sopra gli stessi depositati. La salute nel mentre va a farsi……..benedire – “Mentri u Dutturi sturia u malatu si fa a via”.
    Ho apprezzato, allora, la scelta del Sindaco quando istituì il servizio di trasporto pubblico, avrebbe dovuto riattivarlo e renderlo più efficiente. Poi arrivarono gli asini e lui, fu preso da un’infinito amore !!!!!!
    Un caro saluto. S.Solaro

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.