“La vivibilit? di Castelbuono inizia da noi”

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO] Con Ordinanza Sindacale n. 68 del 14.09.2009 , che qui di seguito alleghiamo, il Sindaco Mario Cicero ha predisposto una serie di provvedimenti per la disciplina e la circolazione stradale di mezzi che appartengono alle categorie: furgoni, camion, autobus e automezzi di grosso volume.
Tale Ordinanza scaturisce dall’esigenza che si deve regolamentare l’utilizzo delle aree pubbliche, nella considerazione che a molti cittadini manca la cultura del posteggio dei propri automezzi. Con questa Ordinanza, dichiara il Sindaco Mario Cicero andremo ad individuare delle aree in cui poter sistemare gli automezzi pesanti tipo: autocarri, autobus etc. Tali mezzi oltre a provocare incombro creano inquinamento acustico ed atmosferico eccessivo, per queste ragioni si chiede la collaborazione tra privati e l’Ente Pubblico per meglio gestire insieme le varie esigenze, senza mortificare i bisogni dei singoli o gli interessi collettivi.

Mario Cicero
Sindaco di Castelbuono

COMUNE DI CASTELBUONO
PROVINCIA DI PALERMO
Reg. Ord. n. 68, del 14/09/2009
ORDINANZA PER LA DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE
IL SINDACO
PREMESSO che la rete viaria del centro abitato non presenta le condizioni strutturali per ospitare la sosta dei veicoli appartenenti alle categorie M1; M2; M3; N2, N3; O3 e O4 di cui all?art. 47 del C.D.S.;
PREMESSO che nel centro abitato la sosta dei veicoli di cui sopra ? fonte di intralcio alla circolazione con pregiudizio alla sicurezza stradale;
PREMESSO che gli esercenti il commercio dei veicoli in argomento sovente occupano aree pubbliche generando inconvenienti alla circolazione stradale;
PREMESSO che la sosta dei c.d. mezzi pesanti nel centro abitato genera disagio per i residenti in quanto nella maggior parte dei casi detti mezzi imbrattano o insudiciano le aree urbane a causa della tipologia del carico trasportato;
CONSIDERATO, altres? che i veicoli ? c.d. pesanti ? all?inizio del loro ciclo giornaliero di lavoro, siano essi trattori stradali, autocarri e/o autobus, necessitano di un congruo tempo di accensione del motore a veicolo fermo per avviare il sistema frenante causando, quindi, disturbo ai residenti sia dal punto di vista dell?inquinamento acustico che atmosferico;
RITENUTO opportuno disciplinare la sosta dei mezzi pesanti nelle aree pubbliche e private ad uso pubblico del territorio comunale, consentendo la sosta degli stessi, per motivi non attinenti ad attivit? di carico e scarico delle merci e non attinenti alla salita e discesa dei passeggeri dai bus, solo in specifici ambiti ben individuati e sufficientemente distanti dalle zone residenziali in modo da evitare il pi? possibile disturbo, inquinamento e intralcio, in altro modo non evitabile;
CONSIDERATO che per i veicoli appartenenti alla categoria M1 e M2 ? stata individuata un?area di sosta in C.da S. Paolo;
CONSIDERATO che i veicoli appartenenti alla categoria N2; N3; O3 ed O4 possono sostare nell?area sita in C.da S. Lucia ( ex area SIRAP );
CONSIDERATO che l?Amministrazione Comunale si rende disponibile a concedere agli esercenti il commercio dei veicoli in argomento un?area di propriet? comunale disponibile;
RITENUTO opportuno modificare la disciplina viabilistica vigente;
RILEVATA la non necessit? della comunicazione di avvio del procedimento in quanto quest?ultimo ? finalizzato all?adozione di un provvedimento di carattere generale;
VISTI gli artt. 5 c. 3?, 6 e 7 del Codice della Strada emanato con D.L.vo 30.04.1992, n. 285 e successive modifiche;
VISTO il Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada emanato con D.P.R. 16.12.1992, n. 495 e successive modifiche;
VISTO il T.U. sull?ordinamento delle autonomie locali approvato con D.Lgs. n. 267/2000;
ORDINA
con decorrenza dall?apposizione della relativa segnaletica stradale, in tutto il centro abitato il divieto di sosta per i veicoli appartenenti alle categorie M1; M2; M3; N2, N3; O3 e O4 di cui all?art. 47 del C.D.S..
Il divieto di sosta si intende eccetto:
1. i veicoli appartenenti alla categoria M1; M2 e M3 in sosta nell?apposita area individuata in C.da S. Paolo;
2. i veicoli appartenenti alla categoria N2; N3; O3 ed O4 in sosta nell?apposita area individuata in C.da S. Lucia ( ex area SIRAP );
3. i veicoli appartenenti alle categorie M1; M2; M3; N2, N3; O3 e O4 posti in vendita e ricoverati nelle aree di propriet? del Comune date in concessione agli esercenti il commercio;
4. i veicoli appartenenti alla categoria M1 del tipo autocaravan in sosta nell?apposita area individuata in C.da S. Paolo adiacente il centro sportivo Tot? Spallino e nel piazzale di Via Mazzini prospiciente l?Istituto Agrario;
5. i veicoli appartenenti alle categorie M1; M2; M3; N2, N3; O3 e O4 limitatamente per le operazioni di carico e scarico merce;

AVVERTE
L?Amministrazione Comunale si rende disponibile, previa concessione, ad assegnare aree disponibili di propriet? comunale agli esercenti il commercio dei veicoli di cui in premessa.
La presente Ordinanza sar? resa nota al pubblico mediante apposita segnaletica verticale, nonch? con l?affissione all?Albo Comunale;
Gli appartenenti al Corpo di Polizia Municipale e gli altri addetti all?espletamento dei servizi di polizia stradale sono incaricati della vigilanza per l?esatta osservanza della presente Ordinanza.
Avverso la presente Ordinanza, in applicazione della Legge 06.12.1971, n. 1034, a norma dell?art. 3, comma 4, della Legge 07.08.1990, n. 241, chiunque vi abbia interesse potr? ricorrere, per incompetenza, per eccesso di potere o per violazione di legge, entro 60 giorni dalla pubblicazione, al T.A.R. della Sicilia.
Inoltre, in relazione al disposto dell?art. 37, comma 3, del D.Lgs. n. 285/92, sempre nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione della presente Ordinanza, pu? essere proposto ricorso, da chi vi abbia interesse, alla apposizione della segnaletica, in relazione alla natura dei segnali apposti, al Ministero dei Lavori Pubblici, con la procedura di cui all?art. 74 del Regolamento emanato con D.P.R. n. 495/92.
Per le trasgressioni si applicheranno le sanzioni previste dall?art. 7 del Codice della Strada.

IL SINDACO
Mario Cicero