L’Amministrazione Comunale aderisce al progetto ENEA per i bambini affetti da neuroblastoma

L’Amministrazione Comunale sensibile alle problematiche sanitarie, non può non sposare il progetto dell’ENEA “European Neuroblastoma Association onlus”, per aiutare la ricerca sul NEUROBLASTOMA, tumore pediatrico altamente maligno (prima causa di morte in età scolare) che ha bassissime percentuali di sopravvivenza nelle sue forme più aggressive.

Il lento miglioramento di tali percentuali è avvenuto nel corso degli anni solo a vantaggio dei casi meno gravi della malattia ed esclusivamente grazie all’affinamento di terapie risalenti al secolo scorso: l’enorme mole di denaro speso fino ad ora non è riuscita a produrre nuovi farmaci.

ENEA, associazione composta e diretta da genitori che nella quasi totalità dei casi hanno dovuto assistere alla scomparsa di un figlio, ritiene che l’assenza di nuove ed efficaci terapie, renda necessaria una svolta radicale ed è convinta che l’unica via per arrivare a dei risultati, cioè a nuovi farmaci, sia la collaborazione internazionale.

Per questo motivo, dato che le malattie non conosco confini, si prefigge come obiettivo lo sviluppo di nuovi farmaci per l’oncologia pediatrica e la continua ricerca in collaborazione con la fondazione di genitori inglesi.

Il solo obiettivo di un associazione di genitori deve essere il raggiungimento della cura nel minor tempo possibile: non è importante dove si fa ricerca, ma quando si producono risultati.

Si chiede quindi di aiutare l’Associazione in occasione della Pasqua, prenotando entro venerdì 29 Marzo 2019, le Uova di cioccolato belga da 300 gr. di qualità superiore, contenenti la sorpresa e prodotte con ingredienti privi di glutine, presentate con sacchetto di carta certificata FSC, con un’offerta di € 10,00 per quelle al latte o fondenti, e di € 12,00 per quelle Nocciolate al latte (così come da locandina allegata); si possono prenotare telefonicamente all’Assessore alle Politiche Sociali Anna Lisa Cusimano, al numero di servizio: 320/4363508 oppure presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Castelbuono.

L’assessore dichiara che quando ha ricevuto nella posta istituzionale la locandina ha subito deciso di supportare il progetto “mi auguro che in molti contribuiranno a questa ricerca e soprattutto auspico nella sensibilità di molte mamme”

L’Assessore alle Politiche Sociali
Anna Lisa Cusimano

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.