L’Amministrazione comunale ricorda la strage di via D’Amelio

“Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola”
(Paolo Borsellino).

Anche l’Amministrazione comunale ha voluto oggi, nel 24° anniversario della strage di via D’Amelio a Palermo ricordare la figura del giudice Paolo Borsellino e dei cinque agenti della scorta che persero la vita in quella tragica domenica del 19 luglio 1992.
L’Amministrazione comunale si unisce al coro di altri enti che, in questo giorno, hanno voluto ricordare l’eccidio di Palermo per mano mafiosa e ha rivolto ai giovani, un messaggio chiaro «non abbassare mai la guardia e di tenere alto il processo di legalità».

Un processo ricordando le parole del giudice Borsellino: «Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio. O si fanno la guerra o si mettono d’accordo. Se la gioventù le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.