Le 10 domande al direttore del Museo Civico Adriana Scancarello

Ottava puntata della rubrica “il rompiscatole” a cura del giornalista-storico Giuseppe Spallino

 

1) Partiamo dagli ultimi fatti. Il Museo Civico ? riuscito a far finanziare e completare il restauro di alcune opere della chiesa della Madonna del Rosario. Il merito ? solo del nuovo CdA o va condiviso con il precedente?

2) Sono diverse le opere artistiche a Castelbuono che rischiano di scomparire. Avete pensato di fare un inventario? E quali sono le prossime opere di cui cercherete di finanziare il restauro?

3) Il Museo Civico ? l’ente che gestisce il castello e per valorizzarlo ha organizzato diversi eventi culturali, come la “Notte della Poesia” con Fiumara d’arte, mostre di quadri etc. Basta questo o ? poco?

4) Quante persone paganti sono entrate al castello nel 2010?

5) Lei concorder? che i castelbuonesi amanti della cultura hanno bisogno di qualcosa che li faccia sognare e che rimanga nella storia del paese. Avete pensato a un evento del genere?

6) E’ vero, come ? stato riportato sul periodico “Le Madonie”, che il Museo si rifiuta di ospitare la donazione della collezione di cimeli garibaldini dell’ex sindaco Francesco Romeo? E se ? vero, quali sono le motivazioni del vostro diniego?

7) L’Ente ha promosso la pubblicazione del libro “Castelbuono, la citt? gentile”. Sempre su “Le Madonie” ? uscita una recensione che lo ha stroncato. Qual ? la sua opinione in merito?

8 ) Intanto ? nato un altro ente per la valorizzazione del patrimonio castelbuonese, il Centro Polis. Vi far? concorrenza o cercherete di collaborare?

9) Quali sono i vostri rapporto con la Giunta comunale, in modo particolare con l’assessore alla cultura, cio? il sindaco?

10) In conclusione, lei prima di essere nominato direttore del Museo Civico ? stato assessore alla cultura dal 2002 al 2007. Come valuta la sua esperienza nel campo culturale da allora ad oggi?