Le 10 domande al presidente della Pro Loco Nicola Cusimano

Undicesima puntata della rubrica “il rompiscatole” a cura del giornalista-storico Giuseppe Spallino

1) Perch? ha deciso di fare parte di questa importante associazione?

2) La sua ? una nomina politica (nel senso che ? stato nominato da un politico) o ? stato democraticamente eletto da un’assemblea di soci?

3) Lei ? stato a capo di un comitato di cittadini che si ? fatto portavoce dell’emergenza frane, e in quelle vesti ha criticato molto la giunta Cicero. Ultimamente non si ? pi? espresso in merito. Perch? ritiene il problema risolto o perch? si pone un problema di “conflitto d’interessi” con la carica che adesso ricopre?

4) Tra i suoi precedessori ci sono Giuseppe Mazzola Barreca e Tot? Mazzola. Avete pensato a qualche cosa per ricordarli?

5) Le va dato atto che ha riportato la Pro Loco all’attivismo di un tempo, organizzando delle belle e importanti manifestazioni, risollevando l’associazione dal torpore in cui era caduta, infatti negli ultimi anni ? servita solo a distribuire il calendario, con grande sperpero di denaro pubblico per l’affitto del locale e quant’altro. Cosa avete in programma entro la fine dell’anno?

6) Quali sono i vostri rapporti con le altre associazioni?

7) Quali sono i vostri rapporti con l’Amministrazione comunale?

8 ) Quanti soci avete e quanti vengono coinvolti all’organizzazione delle vostre iniziative?

9) Anche se ? passato poco tempo, come valuta sinora la Sua esperienza da presidente della Pro Loco?

10) Cosa evete in programma a partire dal 2012?

2 Commenti

  1. Repubblica/Berlusconi e Spallino/Cusimano. Non esageriamo, un abisso!
    Comunque, piccino piccino, mi accingo a risponderLe anche per un senso di rispetto verso la testata ed i suoi numerosi lettori, vicini e lontani.?Perch? ha deciso di fare parte di questa importante associazione?R. Non ritengo che sia giunto il momento di stare a girarmi i pollici. Spero di poter dare un mio contributo ma sono sicuro che ricever? tanto dai contatti interpersonali che sar? necessario intraprendere.2) La sua ? una nomina politica (nel senso che ? stato nominato da un politico) o ? stato democraticamente eletto da un?assemblea di soci?R. Colgo l’occasione per sfatare una leggenda popolare e nello stesso tempo cerco di colmare una sua lacuna (ammenocch? la sua non sia una domanda capziosa e strumentale, ma voglio augurarmi di no, per quanto possa dire di conoscerLa).La Pro Loco, per Statuto e per Legge, ? una libera Associazione, apartitica ed apolitica, formata da persone che hanno un obiettivo comune: la promozione del proprio territorio per una sua migliore fruizione turistica. Detto questo: No, la mia non ? stata una nomina politica, sono un c.d. ?libre penseur?, non organico e/o tesserato a nessun partito politico anche se fermamente ancorato ad una determinata area. Si, sono stato democraticamente eletto, all’unanimit?, dall’Assemblea dei soci.3) Lei ? stato a capo di un comitato di cittadini che si ? fatto portavoce dell?emergenza frane, e in quelle vesti ha criticato molto la giunta Cicero. Ultimamente non si ? pi? espresso in ?merito. Perch? ritiene il problema risolto o perch? si pone un problema di ?conflitto d?interessi? con la carica che adesso ricopre?R. altra domanda capziosa e strumentale? Voglio augurarmi, ancora, di no. Vedi risposta n. 2: No, nessun ?conflitto d’interessi?. ?Il Comitato spontaneo, trasformato giuridicamente nell’ Associazione ?Le Sentinelle?, regolarmente registrata all’Agenzia delle Entrate, ? nato con l’obiettivo di ?pungolare? gli Organi preposti al controllo ed alla tutela del territorio. Orbene, quanto di competenza del Comune di Castelbuono, anche se con ritardo, ? stato quasi interamente attuato. Il Comune ha provveduto alla manutenzione delle strade e delle caditoie di sua pertinenza, all’acquisto di una moderna attrezzatura per il monitoraggio delle condizioni delle reti idriche e fognarie. L’Ufficio tecnico ha ?riscontrato che buona parte delle reti monitorate nella zona sono in pessime condizioni, fratturate e schiacciate. Fermo restando che l’Associazione ?pungoler?? ancora l’Amministrazione comunale perch? quanto emerso dal monitoraggio possa sfociare in un intervento organico di rifacimento delle reti idriche e fognarie, auspico, attraverso questa pagina, ?un pronto intervento ?del Comune in tale direzione che verificheremo in prosieguo. In ultimo abbiamo notizia che l’incarico affidato ad un geologo per l’individuazione delle cause del dissesto, gi? assegnato in primavera, trover? attuazione in questo autunno. Relativamente, invece, alle segnalazioni, tante, inviate alla Provincia Regionale di Palermo per le condizioni della tratta Castelbuono/Isnello, considerate le mancate risposte, si ? provveduto a denunciare la medesima alla Procura della Repubblica di Termini Imerese. Siamo in attesa di sviluppi.4) Tra i suoi precedessori ci sono Giuseppe Mazzola Barreca e Tot? Mazzola. Avete pensato a qualche cosa per ricordarli?R. Compatibilmente con le risorse economiche dell’Associazione, notoriamente non floride, in attesa, anche, di eventuali sponsorizzazioni di privati, si sta riflettendo sulla possibilit? di una ristampa dei suoi testi dopo avere consultato la famiglia di Giuseppe Mazzola Barreca. Si ? provveduto gi? a contattare l’erede di ?Tot?? Mazzola, John Mazzola, residente a Manalapan, New Jersey, per esaminare la fattibilit? di una eventuale donazione alla Pro Loco dei tanti cimeli ereditati al fine di dedicare allo scomparso un doveroso omaggio.5) Le va dato atto che ha riportato la Pro Loco all?attivismo di un tempo, organizzando delle belle e importanti manifestazioni, risollevando l?associazione dal torpore in cui era caduta, infatti negli ultimi anni ? servita solo a distribuire il calendario, con grande sperpero di denaro pubblico per l?affitto del locale e quant?altro. Cosa avete in programma entro la fine dell?anno?R. Con il nuovo CdA della Pro Loco, insediatosi a Luglio del c.a., formato da giovani motivati e volenterosi (VincenzoLa Grua, Anna Lisa Cusimano, Monica Bann?,Gabriella Lupo Di Pasquale, Mario Meli) sar? avviata la programmazione futura dell’Associazione. Nell’immediato si sta verificando la fattibilit? di un progetto che prevede ?l’adozione dei monumnti minori? intendendo per tali, in maniera non esaustiva, le fontane ottagonali di piazza Margherita e Min? Palumbo, le tre statuine della chiesa dell’Idria, le edicole votive, la fontana di piazza S. Paolo, il Parco delle Rimembranze. Per ognuno dei suddetti ?monumenti? sar? predisposto uno studio di fattibilit? e sar? chiesto ai rispettivi proprietari (Comune, Curia) di poter attuare una idea progettuale finalizzata ad una loro mjigliore fruizione. Far? sicuramente piacere ai ?ragazzi? del CdA e servir? loro da ulteriore stimolo il commento positivo relativo al recente attivismo. Di ci? la ringrazio.6) Quali sono i vostri rapporti con le altre associazioni?R. Ottimi con le Associazioni con le quali abbiamo avuto modo, in questo inizio di attivit?, di attuare piccole iniziative comuni.Con il mondo associativo generale esistente a Castelbuono avremmo intenzione di realizzare un forum, appunto delle Associazioni, per ?esaminare, con tute o con alcune, la possbilit? di organizzare dei percorsi comuni;7) Quali sono i vostri rapporti con l?Amministrazione comunale?R. Ottimi per alcuni aspetti. ?Di approfondimento e di raccordo su altri aspetti e compiti di istituto; ?azioni, queste ultime, finalizzate al reciproco rispetto delle rispettive funzioni. 8 ) Quanti soci avete e quanti vengono coinvolti all?organizzazione delle vostre iniziative?R. ? in atto una campagna di tesseramento rivolta a quanti, giovani ?e meno giovani, ritengono di poter dare un loro contributo per il raggiungimento degli obiettivi della pro Loco. Si spera di incrementare il numero attuale perch? solamente con l’apporto personale, gratuito e volontario, dei soci di possono raggiungere buoni risultati.9) Anche se ? passato poco tempo, come valuta sinora la Sua esperienza da presidente della Pro Loco?R. Pi? impegnativo del previsto ma entusiasmante.10) Cosa evete in programma a partire dal 2012?R. ?Un insieme, forse troppe, di idee che dovranno essere verificate nella loro fattibilit? in rapporto alle risorse, umane e finanziarie, disponibili.
    P.S. Con qualche perplessit?: i lettori saranno stati cos? pazienti ?ad arrivare alla fine di questa lettura? E se, per il futuro, ne riducessimo il numero e ?…??Cordialit? ed auguri per la sua professioneNicol? Cusimano

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.