“Le disfatte del mondo dell’hard e la vera Coop scrive alla Littizzetto”

Luciana Littizzetto è protagonista di uno spot pubblicitario della Coop. Il colosso dei supermercati italiano rilancia le sue caratteristiche di qualità a buon prezzo e genuinità dei suoi prodotti, con la comica torinese in giro per i corridoi come fosse una donna qualsiasi, strizzando l’occhio a gente “normale”. Lo slogan del marchio recita “la coop sei tu”. Ed è da lì che parte il contenuto di una lettera di una rappresentanza delle cassiere Coop, che si sono rivolte direttamente alla Littizzetto perché facesse sentire la sua voce in difesa delle lavorartici che si dichiarano sfruttate. Nella lettera si legge che lavorano per sei giorni su sette, con la Domenica inclusa, è che la loro busta paga non arriva a 700 Euro. Ma in periodi di magra ci si accontenta. In più, nonostante più dell’80% dei dipendenti siano donne, a ricoprire ruoli di potere sono quasi esclusivamente uomini. Ogni giorno si vive una situazione di costante ricattabilità, con turni a chiamata giornaliera e attese di ore per allontanarsi anche semplicemente per andare in bagno. L’aggravante è che la tutela dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici è parte integrante degli Stauti delle cooperative. Per tutte queste ragioni, le firmatarie della lettera hanno chiesto alla Littizzetto un incontro per poter pensare una protesta creativa, attraverso un “controspot” in difesa dei diritti e il rispetto delle donne. Per il momento lei non ha risposto alla lettera, probabilmente è complicato dover scegliere tra l’appoggio di una giusta causa, sopratutto perché si tratta di un personaggio televisivo sensibile a certe tematiche, e andare contro un gruppo aziendale con cui si ha in essere un contratto pubblicitario.

In queste settimana il mondo del porno è alla ribalta della cronaca. Dopo la scomparsa di Riccardo Schicchi, il produttore italiano più famoso del mondo dell?hard, la notizia delle ultime settimane è l?arresto di Fabian Thylmann, 34enne tedesco che attraverso la sua Manwin Licensing International gestiva i due portaliYouporn e Pornhub, che per chi non lo sapesse sono due siti contenenti video e altri contenuti proniografici. Un volto notissimo del settore, addirittura definito da qualcuno ?lo Zuckerberg del porno?. Motivo dell?arresto: evasione fiscale. L?arresto è avvenuto all?aeroporto di Bruxelles, poche ore dopo che la polizia tedesca aveva sequestrato diversi pc e documenti nella sede tedesca della Manwin (la sede legale è in Lussemburgo). La decisione forse avviene in seguito alla controversia legale scoppiata tra la stessa società e il registro ICM e l?ICANN, per ragioni di antitrust e diritto di concorrenza. Il settore del porno è di gran lunga il più remunerativo del web, e il mercato molto frastagliato rende complessa la spartizione dei guadagni e soprattutto sono frequenti i contenziosi tra le società che gestiscono i siti a luci rosse. Non so se questa notizia abbia delle ripercussioni sul funzionamento dei due portali, ma dubito che gli assidui frequentatori di certi ambienti si affezionino all’uno o l?altro sito e si creino scrupoli a cercare altri lidi ove soddisfare la propria curiosità sessuale.

Parliamo di calcio. Il difensore napoletano dell’Atalanta Guglielmo Stendardo è laureato in legge e vuole provare a diventare avvocato. Peccato che, per provare l’esame di Stato a Salerno di Mercoledì scorso, ha dovuto rinunciare alla trasferta di coppa Italia contro la Roma di Zeman. La prova per diventare avvocati dura tre giorni e viene svolta una volta l’anno. Il giocatore per raggiungere questo obiettivo non aveva molte scelte, ma l’allenatore dell’Atalanta Stefano Colantuono non la pensa allo stesso modo, anzi ha giò preannunciato una punizione esemplare. La sua squadra affronta una settimana piuttosto delicata, tra la sfida di coppa già citata e il match di campionato con la Juventus, non sono permessi passi falsi, ed è necessario avere la rosa al completo. Come sottolinea il suo allenatore, ogni membro della squadra è un professionista ben pagato e deve essere a disposizione della squadra, se Stendardo vorrà diventare avvocato lo faccia senza ledere gli interessi della società bergamasca, e poi ha comunque una brillante carriera calcistica in corso, non è un’impellenza irrinunciabile l’esame di Stato, potrà provarlo l’anno seguente.

Con questa notizia si chiude la prima edizione di OltreFiumara contenuta nel nuovo restyling di castelbuono.org, portale di informazione di cui sempre rimarchiamo fieremente l’appartenenza.

?Oltre Fiumara ? Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?