“Lei sicuramente dal potere non è mai stato logorato…”. Fabio Capuana risponde a Carmelo Mazzola

Egregio Signor Carmelo Mazzola,
ho letto le sue dichiarazioni e pur comprendendo la frustrazione e il nervosismo che affiora dalle medesime, pur non volendo polemizzare perché per cultura e formazione non è nel mio stile, mi corre l’obbligo di alcune precisazioni, anche perché più che non tacere ritengo abbia perso un’ulteriore occasione per stare zitto, come del resto scrisse sul suo modus operandi il compianto Lucio Spallino nella sua lettera di dimissioni da assessore ritenendo che lei, caro Mazzola, “preferisce rifugiarsi nel ruolo abituale di spettatore”.
Non entrerò sull’aspetto politico della vicenda, poiché le sue dichiarazioni si commentano da sole. Ma, secondo il mio modesto parere, lei sostiene dei fatti molto gravi, quando riferisce che in passato era in uso lo stesso iter amministrativo, facendo lei stesso notoriamente parte di alcune precedenti Amministrazioni.
Mi preme, inoltre, precisare che la S.V. era deputata per ruolo alla risoluzione delle problematiche riguardanti l’agibilità dello stadio comunale “Luigi Failla” sin dal mese di maggio dello scorso anno, quando assunse precisi impegni nel corso dei festeggiamenti in occasione della promozione in Eccellenza della Polisportiva Castelbuonese. A suo dire, la nostra è stata ignoranza dell’iter, ma la sua, se non lo è stata, cosa ancor più grave, è stata dunque poca dedizione al proprio dovere oppure menefreghismo, avendo un ruolo preciso e retribuito con i soldi dei cittadini contribuenti, essendo all’epoca assessore allo sport.
Riguardo le sue affermazioni circa il linguaggio da me utilizzato nei confronti del presidente dell’Asd Castelbuono e nel citare l’Amministrazione, dissi testualmente di “non avere timore di qualsivoglia ritorsione o preoccupazione”. È evidente che non ho mai menzionato codesta Giunta, né accusato il presidente dell’Asd di nulla, se non la mancata presenza accanto a noi, richiedendo semmai le motivazioni del suo diniego. Probabilmente nelle sedi opportune potrà lei affermare quando avrei utilizzato certe frasi o nomi.
A tal proposito, riguardo il suo invito a rivolgermi all’autorità giudiziaria, la rassicuro, poiché qualora in quell’occasione fossi venuto a conoscenza di eventuali reati, lo avrei già rappresentato, perché a prescindere dal suo invito è un mio preciso obbligo-dovere, così come lo si sta facendo in altre vicende di cui si ha contezza e lo si farà in futuro.
La saluto con affetto, con una piccola nota atta a sdrammatizzare. Caro signor Mazzola, mai più profetica fu la conclusione della sua lettera, lei sicuramente dal potere non è mai stato logorato, vista la sua esperienza trentennale, dal 1975 ad oggi (sic!), uno dei rari casi al mondo (forse ad eccezione dei dittatori sudamericani) in cui a disprezzo del potere e della poltrona si perde un ballottaggio e si appoggia la lista avversaria divenendone parte amministrativa, esempio ai giovani e di sana politica, chapeau!!!

Distinti saluti,
Il Vice Presidente del Consiglio Comunale di Castelbuono
FABIO CAPUANA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.