L’eredità della Targa Florio: di sicuro sporcizia e incuria. Che ne pensa Pizzuto?

Fanno discutere le immagini che circolano sui social circa lo stato in cui sono state lasciate le strade interessate dalle recenti gare della Targa Florio.

Pubblichiamo alcune immagini relative alla zona limitrofa al bivio di Pianetti, e precisiamo anche che situazioni simili pare siano presenti nella strada che da Castelbuono porta a Geraci. Anche lì balle di fieno lasciate a ridosso della carreggiata, che metterebbero a rischio persino la circolazione dei mezzi pesanti, sporcizia e incuria.

Presumiamo che ci sia una responsabilità degli organizzatori dell’evento, se non “contrattuale” – non lo sappiamo – quantomeno morale, considerando che a chiunque spetta l’onere del rispetto e del ripristino delle condizioni di pulizia dopo lo svolgimento di qualsiasi iniziativa in luogo pubblico, tanto più se all’aperto, in mezzo alla natura e a maggior ragione se svolta in piena zona Parco.

E tanto più, consentiteci, se il presidente dell’Automobile Club Palermo, club organizzatore dell’evento, è Angelo Pizzuto, a lungo presidente del Parco del Madonie e quindi più di chiunque sensibile a questi temi…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.