Lia Romè replica a Tumminello: “Oltre le parole ci sono i fatti. Noi guardiamo avanti”

Riceviamo e pubblichiamo di seguito una nota dalla candidata sindaco Lia Romé, in replica alle parole espresse oggi dal sindaco su Facebook: 
« Attribuire alla nostra cittadina di Castelbuono le parole “degrado ambientale e culturale” lascia interdetti e amareggiati. Noi castelbuonesi siamo follemente orgogliosi del nostro paese, riconosciuto “eccellenza” nel panorama regionale, nazionale ed internazionale. L’intervista rilasciata dalla Candidata Sindaco Romè si commenta da sola.»
Nella nota Lia Romé spiega più nel dettaglio il senso delle proprie parole, estrapolate da una video intervista che alleghiamo all’articolo.
 
——
In un video che alleghiamo, mi viene posta la domanda: “Quale è la cosa che non ti piace di Castelbuono?” Io ho risposto, nei tempi stringati della video intervista “degrado ambientale e culturale in cui è caduta”. 
Sono lieta che il sindaco Tumminello si interroghi sul significato della mia risposta. Grazie all’intervento del Sindaco sono contenta di poter spiegare e argomentare meglio la mia posizione e conto di farlo spesso in campagna elettorale. 
 
Larga parte dei cittadini condivide il ragionamento di fondo da me esposto, perché non si rivede in pratiche amministrative e atteggiamenti che non sono rispecchiabili nella reputazione che Castelbuono ha avuto e si è costruita negli anni.
Il degrado ambientale è rappresentato ad esempio dai troppo frequenti episodi di rifiuti sparsi ovunque, per strada e nelle scarpate: il torrente San Calogero in stato di completo abbandono ne è un esempio lampante, l’area castellana sommersa da erbacce, le aiuole agli ingressi del paese e lo stato del Parco delle Rimembranze, solo per fare qualche esempio.
 
Quando si danneggia l’ambiente si danneggia anche la cultura del bello e del senso civico.

La cultura non è solo l’attività dei musei e delle tante associazioni che a Castelbuono prosperano bene e che lavorano attivamente per il bene comune. Cultura è anche tradurre queste attività in benefici e crescita civica per tutti. E soprattutto abbiamo un progetto alternativo, nel quale la proposta culturale accompagna la crescita civica, il rispetto delle istituzioni e della cosa pubblica, il decoro urbano e l’educazione ambientale.

Consigliamo la lettura di http://www.fondoambiente.it/News/arte/Index.aspx?q=de-masi-aumenta-sempre-piu-il-degrado-culturale

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.