L’intervento del Circolo PD di Castelbuono in merito al confronto sul Recovery Plan

 Per un confronto sul Recovery Plan 

In merito alla missive inviate ai Vescovi di Cefalù ed Agrigento ed alla deputazione  siciliana al Parlamento nazionale ed europeo, le cronache degli ultimi mesi e delle ultime  ore ci fanno riflettere sull’opportunità politica della doppia firma che legittimamente  associa il Sindaco di Castelbuono Mario Cicero con il Sindaco di Naro Maria Grazia  Brandara. Ci permettiamo di segnalare queste cronache al nostro Sindaco, nostro perché  una volta eletto rappresenta l’intera comunità, ed ai castelbuonesi, senza dare un  giudizio nel merito delle missive, sulle notizie di indagini della magistratura (livesicilia  di oggi) e sulla interpellanza dell’On. Fava (richiesta riportata in corsivo – estratto  dall’articolo de ilfattoquotidiano): 

https://livesicilia.it/2021/03/19/montante-inchiesta-bis-13-indagati-crocetta-e assessori-manovrati/ 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/09/sicilia-la-dirigente-dellente-e-indagata nel-caso-montante-e-citata-in-informative-su-massoneria-fava-va-rimossa/5660954/

” Per questo motivo il presidente dell’Antimafia siciliana ha presentato un’interpellanza con risposta  scritta al governo regionale per chiederne la rimozione di Maria Grazia Brandara, attuale sindaco di  Naro (Agrigento) ed ex commissaria dell’Irsap, la piccola cassaforte della Regione. Ma soprattutto  attuale presidente del’Industria Acque Siracusane (Ias) società partecipata dell’Irsap, enclave del polo  petrolchimico di Priolo.” 

Nel merito del confronto su Recovery Plan, un Sindaco di Castelbuono del Pd, si  sarebbe già confrontato con l’allora Ministro per il Sud ed oggi vicesegretario nazionale  del Pd Peppe Provenzano, presente a Castelbuono non più tardi dello scorso 27 settembre, proprio ad illustrarci le linee guida del piano di resilienza nazionale, e si  confronterebbe ulteriormente anche con i Sindaci e gli amministratori del territorio e dentro il partito per migliorare un piano, ad oggi deficitario, come denunciato dal  Segretario regionale del Pd Anthony Barbagallo. 

Siamo certi che l’azione politica del nuovo Partito Democratico nelle sue diverse  articolazioni (dai circoli al Parlamento, passando per gli amministratori locali), e i 209  miliardi (ora pare siano 191 – fonti del MEF) assegnati all’Italia sono un nostro merito  con l’appoggio al Governo Conte bis e l’azione in Europa dei Presidenti Sassoli e  Gentiloni, porterà un miglioramento di questo strumento, il solo e l’ultimo  probabilmente, che “caduta la pandemia” consentirà una fase nuova di rinascita economica  al sud, per le donne ed i giovani. 

Castelbuono, lì 19 marzo 2021 

Per il Coordinamento
Il Segretario
Vincenzo Capuana