?L?Isola felice?. Mario Cicero interviene sulla piattaforma logistica per prodotti agroalimentari

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO] Dal 1993 al 1997 ho fatto l?assessore a Castelbuono e i ?vecchi? notabili politici del paese mi hanno definito l?assessore tutto fare, perché il mio impegno non si fermava soltanto e specificatamente nel settore di mia competenza, ma come è mia mentalità ho sempre lavorato in squadra dando e chiedendo aiuto e confronto con gli altri colleghi, che insieme a me si sono impegnati nel sociale in qualsiasi ruolo. Dopo qualche anno dal 2002 al 2012 sono diventato Sindaco di Castelbuono.
Non so da dove scaturisce questo appellativo fattomi dal Comitato di difesa e tutela dei cittadini Cielo Blu, spero non sia un ?augurio? per il futuro come è successo a Castelbuono! Questo comunicato ancora una volta polemico, mi dà lo spunto per precisare l?intervento che si farà presso il mercato ortofrutticolo abbandonato in c/da Piana Calzata, scelto dal Gal Madonie (che comprende 34 comuni che vanno dalla valle dell?Himera fino alle alte Madonie), per diventare piattaforma logistica per la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti agroalimentari del nostro comprensorio.
Infatti, quella struttura sarà completata e all?interno verranno installate delle celle di stoccaggio, dei magazzini e dei macchinari per la lavorazione e il confezionamento del carciofo, degli agrumi e degli ortaggi del nostro comprensorio. Tutto questo permetterà di avere una piattaforma unica dove confluisce la produzione di qualità e di eccellenza del comprensorio, per permettere successivamente alla stessa di poter essere commercializzata nella distribuzione organizzata e nelle vetrine che la Regione Siciliana sta finanziando in cinque città del Nord Italia. Spero di aver chiarito qual è la missione di quella struttura che sicuramente creerà qualche posto di lavoro e incrementerà anche l?indotto. Inoltre, nei locali adiacenti al blocco centrale verrà effettuato un punto vendita all?ingrosso per i ristoratori e gli albergatori del nostro comprensorio che vogliono inserire all?interno delle loro strutture l?utilizzo di prodotti nel territorio, per attuare la politica dei km 0, per favorire i prodotti biologici e di qualità che il nostro territorio sa produrre.

L?Assessore Mario Cicero sottolinea che questa lungimirante idea avuta dai dirigenti del Gal Madonie, di creare una piattaforma voluta con forza dal Sindaco Vasta, è una conquista per il paese, che può aiutare la ripresa e il rilancio delle produzioni agricole del nostro comune. Nessuno vuole marginalizzare i produttori di Campofelice ma, anzi, farli operare in consorzi, per accrescere la loro capacità produttiva e di interlocuzione con i mercati. Oggi le realtà più avanzate nel mondo agricolo lavorano su due livelli, la qualità nella produzione e nel creare le filiere per la commercializzazione. Sicuro di aver chiarito quale è lo scopo di questo investimento, auspico che tutti lavoriamo per accrescere il ruolo di Campofelice nelle politiche sovracomunali e per dare opportunità di sviluppo e di lavoro alle nostre imprese e ai nostri cittadini. L?Assessore Mario Cicero dichiara: “fin quando ne avrò l?opportunità, continuerò a dare il mio piccolo contributo per far sì che Campofelice possa avere un ruolo di locomotiva nel comprensorio madonita”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.