“L’Orto Circuito”. A Bologna due castelbuonesi puntano sul Km 0

Con piacere diamo notizia della nuova attività intrapresa da due giovani castelbuonesi, Alessandro e Mario, a Bologna: L’Orto Circuito,  una piattaforma di e-commerce, ideata per la vendita di prodotti rigorosamente a km 0 nel territorio bolognese.

Questo è il commento di Alessandro, amico e assiduo collaboratore di Castelbuono.org da diversi anni:  “L’Orto Circuito nasce dalla mia volontà di consumare cibi buoni e sani, a basso impatto ambientale. Quindi ho cercato nella città in cui vivo, Bologna, un servizio di consegna di prodotti km zero, e mi sono imbattuto nei gas o qualche negozietto specializzato.

Però andare a ritirare i prodotti una volta a settimana o comunque in posti lontani da casa era poco utile e poco comodo. Così mi sono detto: se non c’è lo faccio io. Da allora sono passati circa 10 mesi di lavoro, analisi, business plan, sviluppo del sito, del logo, questionari, contatti con i fornitori. E il risultato è arrivato adesso. Tutto nasce, a livello formativo e ideale, dall’esperienza fatta intorno ai 18 anni di età a Castelbuono, con l’apertura della bottega del commercio equo e solidale, con l’associazione AltraStoria. Esperienza breve ma molto formativa. Da allora mi è rimasto il pallino dei consumi alternativi e a basso impatto.

L’Orto Circuito sposa, incentiva e si pone allo stesso piano di Gas, negozi specializzati e altri servizi simili. Non vuole fare concorrenza o togliere utenti a quei soggetti già esistenti. Piuttosto vuole dare un’alternativa in più a chi vorrebbe cambiare stile di vita, consumi, nel cibo, e non ha tempo o voglia per farlo. Oggi c’è un modo in più. Quindi l’obiettivo è trascinare il numero più alto possibile di consumatori dalla parte dei “buoni”, togliendoli all’industria del cibo globale, chimico e inquinante, della grande distribuzione.

Congratulazioni ragazzi e in bocca al lupo per la nuova sfida!
Ed un invito a tutti i bolognesi ovviamente a premiare l’idea.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.