L’uccisione del partigiano Carabill?

Pur in leggero ritardo, cogliendo l’ottima segnalazione dell’amico Giuseppe Spallino, pubblichiamo il ricordo del sito dell’ANPI (associazione nazionale partigiani italiani) di Cristoforo Carabill?, castelbuonese emigrato a Scandiano, ucciso per rappresaglia fascista.

Carabill? Cristoforo ?Cris? (1917 ? 1945)
Nato a Castelbuono di Palermo nel 1917 e residente a Scandiano. Tenente dei Bersaglieri nella Caserma di Scandiano.
Arruolato nei SAP il 20 ottobre 1944, arrestato dalle pattuglie G.N.R. di Reggio Emilia nei pressi del caff? Boiardo a Scandiano il 27 dicembre 1944. Cris era il segretario del Comando Unificato di settore. Prelevato dalle carceri e fucilato per rappresaglia dai fascisti all?altezza di Via Porta Brennone il 3 febbraio 1945.
Da una zona una Resistenza aut. Sereno Folloni: ?Il 15 settembre ?44 il giovane ten. Cristoforo Carabill?, gi? militare nel battaglione dei bersaglieri, insieme ad un gruppo di amici, asporta armi (quante trovate efficienti ancora) dalla caserma di Scandiano, munizioni ed altre casse di bombe a mano e le nasconde. Uguale operazione il giorno dopo alla Rocca, ove vengono rinvenuti alcuni moschetti e poche munizioni. Non era sicuramente per consegnarle ai tedeschi che si facevano tali operazioni proprio nei giorni in cui le autorit? riprendono in mano la situazione e comminano o dicono di comminare le sanzioni segnate dalle ordinanze?.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.