L’ufficio postale di Castelbuono: “eppur si muove”

Riceviamo e pubblichiamo
Sembra che, finalmente, la pessima gestione dell’Ufficio Postale di Castelbuono, e non solo, sia all’attenzione del Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni. Infatti, dopo la lettera inviata dal Sindaco di Castelbuono alla Direzione Generale delle Poste di Roma, alla Direzione Provinciale di Palermo, al Ministero dello Sviluppo Economico, al Presidente della Regione ed ai Capigruppo Parlamentari di Camera e Senato, nella quale venivano denunciati i continui disservizi che si verificano giornalmente nell’Ufficio Postale di Castelbuono, presso il quale – nonostante appartenga alla categoria “Relazionare” che prevede 5 unit? allo sportello – giornalmente ci sono lunghe code e si verificano continui disservizi, in quanto, ad erogare le prestazioni allo sportello, di norma ? solamente un dipendente.

Inoltre, allegata alla suddetta lettera di denuncia, vi era l’ultimo esposto inviatoci dai Sig.ri Marguglio Vincenzo e Maiorana Ignazio. Dopo quest’ultima lettera del Sindaco di Castelbuono, per la prima volta in questi anni e dopo le innumerevoli denunce fatte da questa Amministrazione Comunale, le Poste Italiane – Filiale di Palermo, con una Loro nota hanno confermato che il “sottodimensionamento degli sportelli in funzione, rispetto al flusso della clientela, ? stato posto alla massima attenzione dei vertici aziendali. Inoltre, con nostra grande soddisfazione, ? stata ammessa l’esistenza di disservizi.
Il Sindaco, con nota 13510 del 01.09.2008, ha ritenuto opportuno trasmettere la nota delle Poste Italiane-filiale di Palermo al Ministero dello Sviluppo Economico, al Presidente della Regione ed ai Capigruppo di Camera e Senato, ricordando Loro di attenzionare ulteriormente tale problematica, considerato che, i “disservizi” negli Uffici Postali continuano ad esserci e che non riguardano soltanto Castelbuono.
Con grande piacere ed apprezzamento, in data 17.09.2008, ? pervenuta al Comune di Castelbuono una nota di risposta da parte del Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni, Avv. Mario Fiorentino, nella quale vengono chiesti, alle Poste Italiane S.P.A., i dovuti chiarimenti ed gli opportuni provvedimenti da prendere.
Tutto questo ci fa ben sperare ed auspicare che l’interessamento del Ministero porti alla risoluzione dei disservizi che continuamente si verificano a danno degli utenti che giornalmente usufruiscono dei servizi erogati dalle Poste Italiane.

IL SINDACO
Mario Cicero