“Lupo”. Il videoclip del primo brano del cantautore-chef Francesco Città

Francesco è uno chef, uno abituato a riconoscere le materie prime di qualità e a combinarle in modo appropriato e spesso creativo.

Chi conosce Francesco (Città) da un po’ di tempo, sa però anche dell’altra passione, e dell’altro talento, che scuote la sua creatività e determina la sua capacità di esprimersi: è la musica.

Strimpellare la chitarra a vent’anni è cosa che accade a tanti, ma raramente sfocia in qualcosa di particolarmente compiuto. 

Incidere un brano e farne un videoclip, e farlo bene, a quaranta… è tutta un’altra cosa. Appartiene a chi non si rassegna alla routine e preferisce spingere fino in profondità sul pedale delle proprie emozioni, accettando il rischio di imbattersi nel “gusto” agrodolce del proprio presente o nell’amaro di un recente passato.

Ed è ciò che dimostra il suo brano – Lupo – registrato nello studio “Dark label Studio” dal bravissimo Gabriele Rotondo, in cui anche il tormento e la solitudine trovano un habitat naturale che diventa presupposto da cui ripartire, dandosi una spinta. Che è ciò che va fatto quando si sente di aver toccato il fondo…

E’ quindi un bel brano musicale e con parole intense, che trovano ideale amplificazione nel video dello Studio fotografico Di Stefano, perfetto nell’ambientare le sensazioni cupe, ed anche l’adattamento di un’anima inquieta, all’interno dei boschi fitti delle Madonie e persino nel decadimento e la devastazione dell’Albergo Milocca.

C’è tanta Castelbuono e ci sono tante belle forze in questo video, impegnate insieme a realizzare qualcosa densa di significato.

Oltre ogni affetto per l’amico ed il campanilismo, per una volta tanto ci sentiamo di invertire le parti e, riconosciuta “la materia prima di qualità”, di provare a servirla a voi e ad altri, per farla assaggiare e apprezzare come merita. Se la pensate come noi, fate lo stesso.

Bravo Francesco!


Link ai social di Francesco Città:

Link all’account dello Studio Fotografico Di Stefano su Youtube

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.