Madonie invase dai cinghiali. Lentini: “Il problema va affrontato”

[blogsicilia] Istituire un tavolo tecnico presso la Commissione attività produttive dell’Assemblea Regionale siciliana per affrontare, senza tabù, il problema della “invasione” di cinghiali nel territorio madonita. Lo proporrà già lunedì il vice presidente della medesima Commissione Attività Produttive dell’Ars Totò Lentini.

Secondo il deputato di Articolo 4, “adesso che anche ambientalisti riconoscono che esiste un problema legato alla eccessiva proliferazione di questi grossi animali che mette a rischio anche l’equilibrio delle nicchie ambientali nel territorio madonita, il problema va affrontato senza tabù coniugando le esigenze dei coltivatori, delle attività produttive della zona, quelle dei cittadini e la tutela della fauna e della flora all’interno del parco delle Madonie”.

“Appare assolutamente necessario contenere la popolazione dei cinghiali e ritengo che un modo per farlo sia quello di approvare una legge regionale che si occupi della specifica materia regolamentando, provvisoriamente, la caccia al cinghiale in modo diverso rispetto all’attuale”.

“Per farlo occorre una precisa analisi della situazione. Serve un censimento della popolazione dei cinghiali in base al quale stabilire più ampie aperture e periodi di caccia a questo animale nonché stabilire livelli di prelievo che permettano di controllarne la popolazione nel rispetto della specie”.

Al tavolo tecnico potrebbero essere invitati a partecipare gli assessori alle risorse agricole ed alimentari ed alle attività produttive, esperti dell’Università, le associazioni ambientaliste e quelle dei cacciatori per giungere ad una sintesi che coniugi tutte le legittime esigenze nel pieno rispetto del territorio e della fauna.

1 commento

  1. Per favore non continuiamo a prenderci in giro con stime, censimenti, valutazioni di un fenomeno, di cui si sa tutto da anni. Ancora una volta si ritorna a parlare di “tavoli tecnici”, forse per dare una parvenza di democraticità alle decisioni. Non si parla mai dei tempi con i quali le decisioni andrebbero (devono essere) prese, a fronte di un fenomeno straripante per diffusione territoriale, per danni economici, per pericoli sanitari accertati. Ebbene, se proprio è indispensabile, chi di dovere (2-3 Assessori) convochi in 2 settimane il “tavolo tecnico”, che, riprendendo le note linee-guida di gestione dei suidi, applicate in tutta Italia negli ultimi 20 anni, possa decidere in 1 settimana e quindi in altri 10 giorni si porti sul tavolo dell’Assemblea Regionale Siciliana questa benedetta legge che regolamenti la presenza dei suidi in mezza Sicilia. In totale basterebbero 30 giorni per procedere operativamente: per fare concretamente ci vuole soltanto un pò di buona volontà…se non altro per giustificare i lauti stipendi di Assessori, dirigenti e politici vari.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.