Maggio: “Servono modifiche. Così stabilizzazione a rischio”

[LIVESICILIA.IT] “L?impegno del governo regionale e del ministro D?Alia è notevole, ma il testo sulla stabilizzazione dei precari deve essere ulteriormente integrato in alcune parti, altrimenti il percorso per i precari siciliani è a rischio”. Lo dice Mariella Maggio, deputato regionale del Pd e vicepresidente della commissione Lavoro all?Ars.

“Innanzitutto ? dice Maggio – bisogna superare il vincolo che oggi impone agli enti non assumere in quota superiore al 40% dei pensionamenti dell?anno precedente. In secondo luogo bisogna riconoscere che il principio di ?adeguato accesso dall?esterno? è già stato assicurato per le unità delle categoria A e B, assunte attraverso i criteri della ?legge 56?. Infine è necessario prevedere che la selezione per le categorie C e D avvenga attraverso concorsi pubblici banditi dalla Regione in ambito provinciale”.

“Da tempo lavoriamo per assicurare la stabilizzazione dei precari siciliani, e la mozione del Pd approvata dall?Ars è stata un punto di riferimento anche per l?azione del governo. Bisogna però apportare queste modifiche al testo in discussione al parlamento nazionale: i rappresentanti del Partito democratico a Roma lavorano in questa direzione, chiediamo anche al governo regionale il massimo sforzo affinché si possa dare finalmente certezza al futuro lavorativo dei precari siciliani”.