Maltempo, strade chiuse per neve. Madonie col termometro a meno sei

[REPUBBLICA] Forti disagi alla circolazione anche per le abbondanti piogge di mercoled? sera. Problemi per raggiungere l’ospedale Cervello dopo la chiusura di via Trabucco. Obbligo di catene su diversi tratti della SS 120. E domani, causa gelo, scuole chiuse a Petralia Sottana
di IVAN MOCCIARO

Traffico in tilt in alcune zone a Palermo a causa degli allagamenti in alcuni sottopassaggi sulla circonvallazione provocati dalla forti piogge di ieri. Difficolt? e disagi questa mattina per raggiungere l’ospedale Cervello a causa della chiusura di via Trabucco. Si sono formato lunghe code di automobili costringendo la gente a compiere complicati percorsi alternativi.

Chiuso a causa della neve il tratto della strada statale 186 “Di Monreale”, compreso tra il bivio per Monreale e Borgetto, in provincia di Palermo, dal km 9,400 al km 24, in entrambe le direzioni. Il traffico ? deviato sull’autostrada A/29. Il personale dell’Anas ? impegnato nel ripristino della circolazione con l’intervento di mezzi spazzaneve e spargisale. Riaperto, inveve, il tratto della strada statale 117 “Centrale Sicula”, compreso tra il km 17 e il km 40, tra Nicosia e Mistretta, dopo la chiusura di ieri sera a causa del ghiaccio. Rimane obbligatorio il transito con catene montate o pneumatici da neve.

Obbligo di catene anche su diversi tratti della statale 120 che da Cesar? arriva fino alle Petralie, attraversando la provincia di Enna. Numerosi automobilisti sono rimasti bloccati nell’area delle Madonie palermitane. Obbligo di catene sulla statale 290 per Alimena e sulla provinciale 54 che collega Petralia a Piano Battaglia.
Disagi anche nel tratto che porta allo svincolo “Tremonzelli” dell’autostrada A/19 Palermo Catania, che comunque ? tutta transitabile. Si transita con catene montate anche su alcuni tratti della statale 284 Bronte-Ucria e sulla statale 116 che collega Ucria a Randazzo. Sull’Etna, dove per il momento splende il sole, sono aperte la funivia e le piste da sci dove questa mattina, malgrado la giornata feriale, sono numerosi gli sciatori. Per raggiungere gli impianti sono obbligatorie le catene sulla provinciale Mare Neve

Disagi anche sulle Madonie per la neve e il freddo polare. La colonnina di mercurio ? scesa sino a toccare i meno sei gradi a Piano Battaglia dove il manto nevoso ha raggiunto gli 80 centimetri. E per la gioia degli amanti del circolo bianco, da ieri 24 febbraio, ? fruibile il tapis roulant del campo scuola la Marmotta.
Scuole aperte, ieri, ma sono rimaste deserte a Gangi, Geraci Siculo e Petralia Soprana. Il maltempo ha colpito in particolare Geraci Siculo dove il manto nevoso ha raggiunto i 20 centimetri. Traffico in tilt lungo la statale che collega Geraci con Castelbuono, e lungo la SS120 che attraversa e taglia in due le Madonie, punti critici nei pressi di Pizzo Corvo e al bivio di Geraci Siculo.

Un freddo pungente con la massima registrata, a partire dai 900 metri, di 4 gradi. Il vento gelido ha formato in alcuni punti della ss120 accumuli di neve sino a 50 centimetri causando disagi alla circolazione principalmente dei mezzi pesanti che durante le prime ore della giornata sono rimasti fermi. Il traffico ? tornato nella normalit? in tarda mattinata dopo l’intervento dei mezzi spargisale del centro neve di Bivio Madonnuzza.
Obbligo di catene sulla statale 120 tra lo svincolo di Tremonzelli e Gangi, sulla Geraci-Castelbuono, e sulla provinciale 54 che collega Petralia Sottana a Piano Battaglia.
Disagi anche nel tratto che porta allo svincolo Tremonzelli dell?autostrada A/19 Palermo Catania.

Il sindaco di Petralia Sottana, Santo Inguagiato, ha appena firmato un ordinanza per la chiusura delle scuole per domani, causa neve e ghiaccio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.