Mamma di origini castelbuonesi scrive una lettera di ringraziamento alla comunità

Pubblichiamo con piacere la seguente lettera inviataci da Marika Bertola, oriunda Castelbuonese residente in Francia che da poco ha concluso un soggiorno a Castelbuono. Da mamma, Marika vuole ringraziare l’intera comunità castelbuonese per l’accoglienza riservata a lei e a suo figlio Emilien – in particolare la scuola elementare, gli insegnanti e i compagni di classe – in nome dei principi di “disponibilità, accoglienza e condivisione insite nella comunità”.

Buongiorno Gentilissima Comunita Castelbuonese

Mi presento: Marika Bertola mamma di Emilien, un bambino in età scolare di sette anni, che durante le vacanze scolastiche francesi visita regolarmente la mia famiglia di ramo paterno di origine Castelbuonese.

Di ritorno in Francia Emiliano mi suggerisce di esprimere ufficialmente la sua gratitudine all’istituto scolastico Castelbuonese nella persona del: Vice preside Prof. Enzo Meli, nell’accogliere mio figlio presso la scuola elementare, classe 3A, permettendogli di vivere e confrontarsi in un’esperienza culturale e formativa a lui  molto gradita, potendo discernere i valori della scuola transalpina basata sul motto: égalité fraternité liberté e all’ importanza accordata agli eventi geo politici del bacino mediterraneo
.

Ringraziamo, unitamente alla mia famiglia, il corpo docente composto dalle maestre: Angela Cicero, Anna Notar Arigo e Concetta Cicero, per la loro grande competenza didattica e pazienza dimostrate nel farlo integrare con naturalezza e spontaneità nella classe.
Emilien tornava a casa entusiasta, con una voglia di apprendere a me sconosciuta e questo lo si deve alla bravura e versatilità delle suddette insegnanti.
La mensa scolastica varia, autentica e conviviale
.

Grazie ai compagnetti che hanno accompagnato Emiliano nella sua crescita Siciliana fin dalla sua frequenza all’istituto Collegio di Maria.
Da  sette anni sperimento personalmente queste peculiarità: disponibilità, accoglienza e condivisione insite nella comunità Castelbuonese. È un tesoro che va custodito e incentivato all’interno della nostra scuola, perché da essa la società trae i principi di cultura e tolleranza che la aprono a tutte le istanze del mondo moderno. 

La nostra lettera aperta desidera testimoniare il successo di un piccolo ma Grande Borgo Madonita, crocevia  di culture ed etnie, oggi come nel passato luogo di ricchezze umane indiscusse e apprezzate ovunque.
Sono le piccole esperienze di vissuto che rendono grandi una comunità.

Un sentito grazie e un arrivederci a presto
Marika Bertola e Emilien Mollard Bertola

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.