Morto Antonio Mangia, patron di Aeroviaggi. Culotta: “Un grande sognatore”

È morto oggi, all’età di 78 anni, Antonio Mangia, noto imprenditore turistico alberghiero patron di Aeroviaggi, colosso del turismo presente in Sicilia e Sardegna con 15 strutture alberghiere, oltre 9.000 posti letto e circa un milione di turisti ospitati all’anno.

Mangia è morto stamattina a Milano alle 7.30 dove era stato ricoverato in ospedale per problemi di cuore. Nato il 6 agosto 1941 a Geraci Siculo, da pochi mesi aveva inaugurato l’Himera Beach Club a Campofelice di Roccella, dopo la storica riapertura di due anni fa – di enorme importanza per il territorio – del Pollina Resort.

Il sindaco di Pollina, Magda Culotta, lo ricorda così su Facebook.

« Antonio Mangia era un grande sognatore! 

Lo ricorderò per sempre così, uomo fortemente legato alle sue radici ma con una vocazione cosmopolita.
Mi voleva un gran bene e non lo nascondeva. La stima e l’affetto erano genuini e reciproci.
Con Antonio ci eravamo intesi subito. Insieme abbiamo realizzato un sogno per cui non smetterò mai di ringraziarlo a nome mio personale e della comunità che amministro in cui e su cui ha scommesso e stava continuando a scommettere. 
Era una persona di grande energia e di grande visione che da poco ha costruito moltissimo, provando a fare una cosa bellissima: interpretare i desideri delle persone e provare ad esaudirli.

La sua morte crea un gran vuoto fra i suoi affetti e nel mondo dell’impresa regionale, nazionale e internazionale.
Io sono felice di averlo incontrato sulla mia strada. Di lui custodirò la voglia di portare avanti i sogni e di farli diventare realtà. »

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.