Mozione de L’Ulivo per la modifica dell’acceso sulla circonvallazione per Geraci da contrada Croce-Foresta

MOZIONE
SU ACCESSO DI CONTRADA CROCE-FORESTA SULLA REALIZZANDA CIRCONVALLAZIONE PER GERACI SICULO

PREMESSA

I più d’una occasione il gruppo consiliare ha sollevato in Consiglio comunale con interrogazioni a risposta orale la questione sulla necessità di approntare lavori di modifica dell’acceso sulla circonvallazione per Geraci Siculo sito in contrada Croce-Foresta. Ciò in quanto allo stato, secondo quanto già realizzato, recherebbe pericolo all’incolumità delle persone e danni agli autoveicoli che si immetterebbero dalla via “R” sulla circonvallazione stessa, a causa della scarsa visibilità dei veicoli che ivi transiterebbero.

E’ indubbia l’importanza dell’accesso progettato e già realizzato (con risorse finanziarie già impiegate) per consentire il transito degli autoveicoli delle persone residenti nella zona e di quanti altri potrebbero utilizzarlo in direzione autotrastada-Cefalù (e viceversa), senza dover transitare soprattutto per la via Cefalù, che rimane spesso ancora oggetto di ingorghi e congestione veicolare.

Peraltro, il 9 gennaio 2014 (prot. n. 278) è stata presentata una petizione di cittadini con raccolta di firme ai sensi dell’articolo 47 dello Statuto comunale proprio tesa a chiedere un intervento all’Amministrazione comunale, con l’obiettivo di modificare l’accesso per renderlo più sicuro.

Per quanto sopra premesso, il Consiglio comunale

IMPEGNA

il Sindaco e l’Amministrazione comunale affinché sia poste in essere ogni utile inziativa per modificare l’accesso di contrada Croce-Foresta sulla circonvallazione per Geraci Siculo e si agevoli la visibilità dei veicoli che transitino nella circonvallazione a quelli che provengono dalla via “R”.

Castelbuono, 11 febbraio 2014

I consiglieri comunali proponenti

F.to Gioacchino Allegra
F.to Mario Cicero
F.to Giuseppe Fiasconaro
F.to Giuseppe Genchi
F.to Vincenzo Marguglio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.