Nasce ?Doc&Shock?. Ambasciatore ?Fuori? e Bastiancontrario ?Dentro?

Castelbuonese DOC & SHOCK
spaccato pseudo-sociologico della comunit? castelbuonese.

Questa rubrica non ama definirsi tale. E’ pi? uno spazio concettuale, una riflessione nero su bianco senza pretese scientifico-sociologiche su alcuni atteggiamenti tipo riscontrati “nell’animale sociale” Castelbuonese. Non ho nemmeno inquadrato pi? di tanto il soggetto; scriver? di getto. Pubblicher? ogni venerd?.

[Intro] Momento Quark: Il Castelbuonese Medio ? un ominide, fa parte della famiglia degli umani, quindi cammina su due zampe (tranne gli individui pi? giovani il sabato sera). Discendente dai Sicani, popolo pacifico e laborioso, mantiene intatte queste prerogative dimostrando abilit? variegate. Il Castelbuonese Medio vive in gruppo a valle del promontorio delle Madonie dove ha costruito un villaggio. E’ proprio dentro questo villaggio che faremo un viaggio per scoprire e sviscerare gli atteggiamenti di questo animale perlopi? sociale.

Puntata N?1. [Ambasciatore “Fuori” e Bastiancontrario “Dentro”]

Il Castelbuonese Medio ? anche animale politico, nel senso che si interessa delle cose della Pol?s, della citt?, non nasconde mai il suo parere e la sua opinione anzi tende a manifestarla, a volte in maniera esasperata, tale da generare nei popoli madoniti vicini sentimenti netti di invidia o ammirazione.

Il Castelbuonese Medio narra delle cose del suo villaggio con entusiasmo o con estrema criticit?, paradossalemente pu? essere lo stesso individuo a parlare di un cosa o un fatto lodandola o bistrattandola; questo atteggiamento, abbiamo notato, sembra dipendere dalla posizione geografica in cui il Castelbuonese Medio si trova.
Il Castelbuonese Medio ? Apologico o Apocalittico.
Abbiamo osservato che esiste un limite geografico preciso che ? segnato a nord, verso il mare, dalla Fiumara (un avvallamento arido che i Castelbuonesi continuano a chiamare “fiume”) e a sud, est ed ovest dal cartello “Benvenuti a Castelbuono-Paese Denuclearizzato”. Una volta oltrepassati questi limiti geografici ? come se da un satellite, forze oscure, localizzassero attraverso il gps il Castelbuonese Medio, inviandogli un impulso che riformatta il cervello.

I software di base sono due: “Versione Ambasciatore 1.1” quando il Castelbuonese Medio oltrepassa i confini del villaggio e la “Versione Indigena 3.0” ridenominata dagli studiosi “Bastiancontrario” che ? il software che viene lasciato di default: il Castelbuonese Medio nella sua versione quotidiana pi? avanzata.

Ma vediamo da vicino come si declinano nella realt? le due facce dello stesso “Sistema Operativo Paese” che per comodit? chiameremo “Sistema Paese” (citazione forzata).

Il Castelbuonese Medio che oltrepassa il ponte della Fiumara, strappato al suo habitat naturale fatto di “passiate nn? cursu” e “discussioni a chiazza”, manifesta una reazione istintiva ed inconscia che gli studiosi identificano come “Castelbuonese Medio in modalit? Ambasciatore”. Il Castelbuonese Medio fuori dal suo paese, infatti, ? il miglior strumento di pubblicit? e veicolo di comunicazione mai realizzato.

Riportiamo l’apologia delle “cose castelbuonesi” che il Castelbuonese Medio elenca durante incontri ravvicinati del terzo tipo con un Forestiero.

Il Castello [Il Castelbuonese Medio parla del Castello come se fosse il salotto di casa sua. Dalla narrazione dei dettagli architettonici alla sua storia gloriosa, fino ai Ventimiglia e ai vari miti. Il Castello ? la castelbuonesit? astratta, ? la congruenza nella mente dei sentimenti di indentit? e orgoglio. Il Castelbuonese Medio sente la propriet? del Castello e la vanta narrando della vicenda che port? i suoi compaesani in tempi remoti ad acquistarlo con una colletta pubblica. Il Castello ? il Simbolo Laico di una nuova religione: la Castelbuonesit?].

Reliquia di Sant’Anna [Reliquia della nonna di Ges? e Madre di Maria. E’ chiaro che ‘A Matri Sant’Anna nun si tocca ma ? pure strano che malgrado la sua unicit? e sacralit? qualcuno venda pezzi di reliquia su EBAY. Su di essa ogni castelbuonese conosce una leggenda diversa ma con un unico filo conduttore..”ad un certo punto l’hanno ritrovata sotto l’arco di Sant’Anna”..appunto.]

Il Panettone [Fra le cose da mettere in cima alla lista delle Meraviglie Castelbuonesi c’? il miracolo del Panettone tutto siculo. Fuori dal paese ovviamente ? il segno di riconoscimento di una comunit? ingegnosa, che lavora e che sa promuovere un prodotto fuori dalla cultura culinaria, direi, meridionale. Se il Castelbuonese Medio capita con un forestiero, magari un nordico tutto polenta e panettone, parla con orgoglio del dolce, a volte quasi pi? della Testa di Turco. Il panettone in pratica l’hanno inventato i castelbuonesi].

La testa di turco [Dolce tipico della tradizione culinaria castelbuonese, che vanta almeno 13 versioni (che ho personalmente contato e gustato). Al forestiero poco accorto che tende ad assimilarlo al pi? comune “bianco mangiare” gli si fa presto notare che la differenza ? nel cuore del dolce, nella sfoglia tirata a mano e fritta con amore. La Testa di Turco ? un dolce tipico carnescialesco ma il castelbuonese sa rivenderlo tutto l’anno].

Ma vediamo come lo stesso Castelbuonese Medio parla dei medesimi “esempi di castelbuonesit?” ma quando si trova all’interno dei limiti geografici sopradescritti e si discute fra castelbuonesi.

‘U Castieddu [Quelli che ci sono entrati (castelbuonesi intendo), ed esclusi i religiosi e quelli che vi si sono sposati, sono pochi, narrano di un castello semi-vuoto: “livannu a matri sant’anna nun c’? nenti di vidiri, almenu prima c’erano i strigghi di Garibaldini”. “Na vota ppi purtarici i parenti da germania mi ficiru puru pagari ‘u bigliettu”. “Matri sant’anna, quanti palummi ca ci sunnu?! E’ na purcaria!?”.]

‘A Matri Sant’Anna [“Ci sunnu na puochi ca sunnu devoti sulu ppi farisi a sfilata ppa pricissioni”. “Quannu rapinu a grata i chistiani si pistassiru a lignati ppi essiri ddra davanti. Pari ca spartissiru sordi”].

‘U Panetton [“Se prima, era veramente artigianale, ora ? industriale..? stuppusieddu!”. “Se ma naca per? ppi fari panettoni ama a perdiri i tradizioni?? I cosi chini sunnu centumila voti megghiu”. “I Forestieri vieninu ‘o paisi sulu ppi panettoni e pua sinni vannu”]

‘A Testa ‘i Turcu [“Chiddra i ma M? ? a cchiu megghiu”. “Se per? i russu d’ovu un ci va” “No, ci vanno armenu du russa d’ovu ogni litru i latti” “I diavulicchi un ci vannu”. “Senza diavulicchi naca eni Testa ‘i Turcu!” “‘A Cannella sicci metti a stecca”. “‘A Cannella in polvere sulu d’in capu. Sinn? chi testa di turcu ?!?”.

So, come portavoce del gruppo di ricerca che non ? facile portare alla luce tutti gli elementi caratterizzanti del Castelbuonese Medio in maniera cristallina. Sappiamo per? che ognuno di voi che sta leggendo ha ritrovato un minimo di verit? in cio? che scriviamo. Prendetelo come un gioco. Portate alla vostra mente tutti i ricordi di quando siete stati in situazioni simili all’AMBASCIATORE 1.1 o a quella “BASTIANCONTRARIO 3.0”. Non ? difficile ognuno di voi ? stato programmato per essere un perfetto Castelbuonese medio.

Datene prova. Sfogatevi. Il Castello, S.anna, il Panettone e la testa di turco. Cose che avete detto e che avete sentito dire che sembravano dire tutto e il contrario di tutto.

[I commenti sono a disposizione di questo gioco]

Per il Gruppo di Ricerca
Dott. Vito Melis

1 commento

  1. Tutto sommato quello che scrivi corrisponde alla verit? del fare di alcuni castelbuonesi!
    Il ?fatto di dire che Castelbuono ? “la Curmaier delle Madonie” te lo sei scordato….
    Certo il Paese ? grazioso nella sua totalit?, quando ero in Facolt? di Architettura
    i Prof. quando leggevano nel mio libretto che ero di Castelbuono mi facevano i complimenti…
    ma allora io non ci tenevo pi? di tanto, per me era un luogo come tanti, anche se alle Elementari la mia Maestra: Antonietta Guarcello ci ha portate a vedere le colonne Tortili della Madrice Nuova, un capolavoro! Forse allora decisi, inconsciamente, che sarei diventato Architetto e ci sono pure riuscita!
    Ora passo la mano volentieri a mia Figlia MariaLucia Cicero che ha ereditato l’amore per l’Arte……spero tanto che le vada meglio di Me….

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.