“Castelbuono Teatro Festival”. I quattro appuntamenti della prima edizione

L’ associazione Neuroninatto, nata tre anni fa con lo scopo?di valorizzare la cultura teatrale nel territorio e con gi? all’attivo diversi spettacoli andati scena principalmente a Castelbuono, organizza la prima edizione del ?Castelbuono Teatro Festival?, a partire dal 26 agosto 2011 e dal 29 al 31 agosto 2011, con il seguente programma:


26 agosto: La compagnia ?La Traccia? di Palermo presenta ?Quattro puttane per un giullare?
regia di Rosaria Favar?. Genere: teatro sperimentale.

Lo spettacolo ? una elaborazione teatrale tratta dall?opera ?Ombre di vetro? di Rosario Norrito.

In un periodo storico in cui la promessa del futuro ? disattesa, la Paura calca il centro della scena costringendoci a precipitare nella realt? senza difese.

La parola negata, allora, ? al centro di uno psicodramma che vede come protagonista un Giullare, ormai incapace di fare ridere, i cui fantasmi vengono costruiti, rappresentati, rimossi proprio per sfuggire al potere della storia, della cultura, del linguaggio. Inevitabile quindi la caduta del soggetto nei meandri dell?inconscio che sperimenta la disintegrazione dell?io mentre assiste, inerme, alla crisi della propria identit? contrassegnata dall?intercambiabilit? delle sue parti aguzze e taglienti che come ombre di vetro lo rilegano in una prigione di senso.

Il Giullare vedr? entrare ed uscire dai propri confini le stesse ombre da cui disperatamente cercher? di prendere le distanze, senza rendersi conto di volere allontanarsi proprio da s?. E cos? la tessitura del buio a nulla servir? per nascondersi, tantomeno dalla Morte che con la Verit?, la Menzogna e la Paura simuleranno uno psicodramma non per liberare il Giullare dalla propria prigione di senso, ma per tenerlo incatenato a un io che sente il nulla come sostanza.

L?associazione culturale e teatrale ?La Traccia? nasce nel 1989 da un?idea di giovani attori che condividono una grande passione per il teatro. Negli anni a seguire portano in scena svariati spettacoli e attuano partnership con altre associazioni e enti pubblici e privati.

L?associazione, avvalendosi della collaborazione di tecnici esterni, propone corsi di dizione, di propedeutica al teatro, laboratori di teatro sperimentale, di musicoterapia e danza-movimento-terapia, tecnica vocale per cantanti, corsi di italiano per extracomunitari e di tutoraggio per far conoscere a tutti (ragazzi/e e adulti, docenti ed attori) la bioenergetica.

L?attuale presidente dell?associazione ?La Traccia? ? l?attrice e regista Rosaria Favar?. ? stata regista e attrice nei seguenti spettacoli: Liol?, L?aria del continente, Il berretto a sonagli, Casa di Bambole, Filumena Marturano, Cos? ? (se vi pare), La ragione degli altri, La Lupa, Ti amo Maria.

In qualit? di attrice ha lavorato nei seguenti spettacoli: Metropolis (regia di Claudio Ambrosetti), 379esimo e 380esimo Festino di Santa Rosalia (regia di Davide Rampello), Finale di partita di Samuel Beckett (regia di Claudio Ambrosetti), Le tre sorelle (testo e regia di Domenico Conoscenti), Storie di Limbo (cabaret), Lascia che gli occhi dicano l?addio (regia di Gandolfo Conte).

Ha inoltre partecipato a tre cortometraggi: Due testimoni per un cane (regia Pippo Gigliorosso), La forza della vita (regia Maurizio Bongiovanni) e Vorrei essere (regia Maurizio Bongiovanni).

Ha preso parte ai film: Il buma (regia di Giovanni Massa), Alla luce del sole (regia Roberto Faenza) e come doppiatrice (brusio) nel film Baaria di Giuseppe Tornatore.

Ha effettuato prestazioni occasionali per Mediaset e, a tutt?oggi, ? insegnante di dizione e di teatro sperimentale ed ? tutor di Bioenergetica.

 

29 agosto: La compagnia ?Viva il teatro? presenta ?Dell?Assurdo? di Marco Capodieci, regia di Simone Fraschetti. Genere: commedia.

Una porta, un albero di Natale capovolto, una sedia e una pista di decollo?

In scena, ?camaleontico?, un personaggio egocentrico, sempre in partenza verso un luogo lontano, e che spiega con passione ed energia, con creativit? e suggestione, i mille quesiti che ognuno di noi si pone.

?Dell?Assurdo? ? un viaggio attraverso le parole, le immagini, le emozioni profonde coerentemente legate all?assurdit? della vita. In un improbabile aeroporto una voce femminile segnala l?imbarco immediato per il volo diretto al Paese dei Sogni. Uno stralunato viaggiatore perde l?aereo ed entra in scena. Dopo essersi presentato, apre un monologo brillante fatto di riflessioni sul Destino, sulla Legge d?Attrazione e sull?Amore, interrotto a volte dagli interventi di un?irritante Signorina presente nel pubblico. Ogni volta, sul pi? bello, la voce femminile torna a chiamare l?imbarco per quel volo che puntualmente egli non riesce a prendere.

Al viaggiatore del Sogno si alterna, a met? del discorso, un allevatore svizzero innamorato dei suoi monti e della sua mucca Gianna. Anche lui vorrebbe fuggire da una realt? stretta e monotona. La meta ? la grande citt? in cui ovviamente fatica a integrarsi.

Dopo molte peregrinazioni e indicazioni errate, torna al paesino nativo per trovare finalmente ci? che aveva sempre cercato. Dopo l?ennesimo volo perso, torna il viaggiatore del Sogno stavolta pi? determinato che mai a partire. Al termine dell?ultimo alterco con la Signorina egli ci regala una riflessione finale sull?Assurdo per perdere un?ultima volta il volo per il Paese dei Sogni. Sar? quello il suo Destino?

Marco Capodieci si diploma presso l? ?Accademia Internazionale dell?Attore? di Roma.

Ha inoltre frequentato: ?Campo Teatrale? di Milano e Chiasso; il ?Centro di Formazione Professionale per le Arti e i Mestieri del Cinema? di Roma; la ?New York Film Academy? di Londra; il ?The Lee Strasberg Institute? di Los Angeles.

Segue workshop e seminari con Susan Grace Cohen, Emma Dante, Elena Bucci, Andrea Battistini, Corinna Glaus e Raul Manso, Christian Biasco, Gianni Lamanna, Nicoletta Vicentini, Jacek Ludwing Scarso, Pierre Yves Massip e Sara Mangano, Cristina Galbiati e Mohammed Saudani, Jordi Forcadas, Stephen Smith. Ha lavorato nel cinema con i registi Alberto Meroni, Patrizio Tafaro e Fabio Gradassi, Gianni Gubbio, Franco Valsangiacomo, Enea Fonti, Harris Xydias, Bob Brown, Marisa Droga, Stephan Lukacs e Quirino di Paolo.

Ha insegnato come insegnante all? ?Accademia Internazionale dell?Attore? di Roma e ha ricevuto una nomination come ?Miglior Attore? durante il ROMATEATROFESTIVAL 2006.

? iscritto come Autore alla SSA – Societ? Svizzera degli Autori di Losanna e ha prodotto e diretto cortometraggi e spettacoli teatrali.

Membro di THE SWISS STAGE ARTISTS UNION SBKV e di TASI ? Teatri associati della Svizzera Italiana.

Curriculum dello spettacolo ?Dell?Assurdo?:

  • 26 novembre 2010: Sala Multiuso, Casa Comunale, Besanzio (Svizzera);
  • 26 giugno 2010: Teatro Casa della Giovent?, Balerna (Svizzera);
  • 24-25 aprile 2010: Teatro Casa della Giovent?, Balerna (Svizzera);
  • 23-24 gennaio 2010: Teatro Petrolini, Roma (Italia);
  • 12 dicembre 2009: teatro Centro Sociale, Mendrisio (Svizzera);
  • 25-26-27 settembre 2009: Teatro Petrolini, Roma (Italia);
  • 19 settembre 2009: Teatro Casa della Giovent?, Balerna (Svizzera).

 

 

30 agosto: La compagnia ?Pescatori di Poesia? di Roma presenta ?Bestiario? di Simone Fraschetti, regia di Marco Capodieci. Genere: monologo satirico

Bestiario era il titolo di opere didattiche medievali, in cui la descrizione delle ?nature? e delle ?propriet?? degli animali era utilizzata per ricavarne insegnamenti di ordine religioso e morale. Lo spettacolo presenta ?bestie di umane sembianze?. Lontane da intenti moralizzanti, tre Maschere si offrono al pubblico senza inibizioni o censure. Ogni personaggio racconta la sua verit?, la personale interpretazione del mondo che egli stesso ha contribuito a plasmare. Il primo animale ? il Lupo (Lupus). Maledetto da fame atavica, dilania e sbrana le prede, ebbro di frenesia alimentare. Egli ? il Potere Economico, mai sazio, implacabile e spietato. Mischiato nel branco per opportunismo, solitario per vocazione. Indossa un completo bianco ed il suo volto ? celato dalla maschera dello Zanni, il servo affamato della Commedia.

Il secondo animale ? l?Aquila (Aquila). Dall?alto artiglia le sue prede, le porta in cielo con s?, per poi precipitarle contro le rocce. ? il potere Religioso, ambiguo manipolatore di illusioni e speranze. Gloria e Povert?, casta lussuria. Sulla sua testa un?altissima tiara dorata e sul volto una maschera androgina.

Il terzo animale ? il Drago (Draco). Dominatore del mito e signore degli elementi, brucia le sue prede con parole di fuoco. Rappresenta il Potere Politico e quello Militare. Sovrano, capitano e martire della Giustizia. Regicida usurpatore abbattuto dai ribelli. Vestito di un nero kimono, sul volto ? dipinta la maschera bianca e rossa di un eroe del teatro Kabuki.

Personaggi e storie della fine dei tempi. Le ultime parole di un?era, il bagliore prima del buio, l?estremo banchetto in tempi di carestia. L?ultima arroganza prima del silenzio.

Simone Fraschetti ? autore, attore, regista teatrale e compositore. Dal 1998 si esibisce nelle scene romane con gruppi di musica elettronica come tastierista e cantante.

Dal 1995 scrive per il teatro e nel2004 fonda con Pamela Adinolfi il Laboratorio Teatrale Sperimentale Permanente Lab?04 e l?Ass. Cult. Pescatori di Poesia. ? autore, regista, compositore e attore di tutti gli spettacoli della compagnia.

Si diploma come attore e regista nel 2007 al biennio dell?Accademia Internazionale dell?Attore e nel 2009 al Biennio Avanzato dell?Accademia Teatrale Sofia Amendolea. Lavora con i registi Maria Giovanna Rosati Hansen, Fabio Omodei, Ciro Scalera, Flavio Albanese e Salvator Spagnolo. Partecipa a numerosi festival internazionali e frequenta seminari con Lindsay Kemp, Pippo di Marca, Jacek Ludwing Scarso, Enrico Bonavera, Jan Paszcek, etc.

Dalla fondazione del Lab?04 scrive, interpreta e dirige gli spettacoli Pescatori di Poesia (2005), Segrete Memorie (2007), Scena Zero (2007), 5 pesci nella boccia in 4 mura di cartone (2008), Cantata Comica delle Cantine (2008), Madre Divina ? primo movimento ? (2008), Cantata Comica di Primavera (2009), Terrore e miseria della III Repubblica (2010), Cantata Comica del Sole (2010), Natale alla Maison (2011).

? trainer teatrale ed insegnante di recitazione per bambini e adulti.

 

 

31 agosto: (fuori concorso) la compagnia ?Neuroninatto? presenta ?Non badiamo a? pettegolezzi!? di Giuseppe Carrozza, regia di Giuseppe Carrozza. Genere: commedia.

?Non badiamo a? pettegolezzi? ? una rivisitazione della commedia ?Rumors? dell?americano Neil Simon. Il decimo anniversario di matrimonio del vice sindaco, Marco Volpe e di sua moglie Elisa si trasforma in una delirante festa ricca di colpi di scena che dar? agli ospiti l?occasione di fare pettegolezzi sulla vita degli altri presenti.

Lo scoppio di due spari di pistola dar? inizio alla storia: il padrone di casa si ? sparato all?orecchio e la moglie ? scomparsa. La prima coppia d?invitati giunge alla festa e si ritrova in una situazione imbarazzante: cercare di nascondere la notizia agli altri invitati per evitare uno scandalo. In pi?, i camerieri e la cuoca non sono presenti in casa e cos? decidono di inventare che Elisa ha dato loro un giorno di permesso e hanno pensato di fare una sorpresa ai padroni di casa impegnandosi a cucinare essi stessi. La vicenda si complica con l?arrivo di due vicine di casa piuttosto impertinenti, che porta a svelare agli altri invitati ci? che ? realmente accaduto. In seguito, l?arrivo di due carabinieri giunti sul posto per indagare sul furto dell?automobile del padrone di casa, mette in ulteriore difficolt? le coppie presenti. Riusciranno gli otto personaggi a raggirare le forze dell?ordine giunte in casa Volpe?

 

FINALITA?:

L?idea del ?Castelbuono Teatro Festival? nasce con lo scopo di valorizzare la cultura teatrale a livello locale, regionale, nazionale e internazionale, quale strumento utile alla valorizzazione delle potenzialit? delle giovani generazioni, in un contesto dove spesso rimangono inespresse e non trovano adeguate occasioni per esprimersi. Il progetto nasce all?interno del percorso teatrale del gruppo dei Neuroninatto che, nel contesto della comunit? castelbuonese, offre a un corposo numero di ragazzi la possibilit? di mettersi in gioco nel magico mondo del teatro.

Un?altra motivazione che ha spinto l?associazione a ideare il suddetto festival, ? la volont? di intessere relazioni con altre compagnie teatrali, nell?ottica di creare un network con quelle che prenderanno parte alla prima edizione della manifestazione e poi eventualmente, allargarlo alle compagnie che prenderanno parte alle future edizioni.

Gli obiettivi del ?Castelbuono Teatro Festival? sono:

PROMUOVERE le attivit? teatrali tramite lo scambio di spettacoli che coinvolga ed arricchisca le attivit? di tutte le compagnie aderenti alla manifestazione;

PROGRAMMARE l?interscambio di seminari tra i gruppi facente parte del festival;

INCORAGGIARE percorsi mirati ad avvicinare il pubblico al mondo del teatro;

PARTECIPARE alla promozione delle iniziative culturali di ciascuna compagnia che ha sposato il progetto del ?Castelbuono Teatro Festival?.

Le compagnie che hanno condiviso l?idea e hanno gi? comunicato la volont? di esibirsi al ?Castelbuono Teatro Festival?, sono: la compagnia ?La Traccia? (Palermo), la compagnia ?Pescatori di Poesia? (Roma) e la compagnia ?Viva il teatro? (Balerna, Svizzera).

 

CONCORSO:

E? prevista una valutazione della qualit? degli spettacoli espressa dal pubblico presente in sala che al termine di ogni serata, assegner? un punteggio in una scala da 1 a 10, secondo dei criteri stabiliti dagli organizzatori e dichiarati all?inizio di ogni serata.

Alla serata conclusiva del festival saranno consegnate a ognuna delle compagnie una targa commemorativa di partecipazione alla manifestazione e, alla compagnia vincitrice, sar? consegnata una coppa.

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.