“Nelle Madonie è emergenza cinghiali”. L’eurodeputato Milazzo chiede l’aiuto del ministro Costa

L’eurodeputato del Ppe Giuseppe Milazzo chiede al governo quali soluzioni verranno adottate "per ridurre il numero della fauna selvatica"

“Il sovrannumero di cinghiali e daini nell’area Parco delle Madonie e nelle aree urbane adiacenti è del tutto fuori controllo e rappresenta un rischio per l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”. Così scrive l’eurodeputato del Ppe Giuseppe Milazzo al ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa. Milazzo sottolinea che “le segnalazioni di avvistamenti nelle aree limitrofe e nei centri urbani sono cresciute a dismisura.

Tanto da arrecare ingenti danni alla biodiversità floristica, fino a risultare fatali come nel caso di Salvatore Rinaudo, ucciso a seguito di un attacco di un cinghiale nel 2015 a Cefalù”.

Giuseppe Milazzo
On. Giuseppe Milazzo

“Vista l’emergenza – continua l’europarlamentare –  la conferenza permanente dei presidenti dei consigli comunali della Città a rete Madonie si era espressa favorevolmente a una modifica della legge regionale 18 dell’11 agosto 2015, al fine di modificare talune disposizioni normative riguardanti i soggetti abilitati all’attuazione di piani di abbattimento. L’emendamento che prevedeva il controllo del patrimonio faunistico attraverso l’abbattimento selettivo degli esemplari in sovrannumero è stato approvato in seno all’Ars tuttavia, la legge è stata impugnata per dichiarazione di illegittimità costituzionale dinnanzi alla Corte Costituzionale. Questo ha di fatto bloccato il percorso per riuscire ad incidere efficacemente sul controllo della specie ed evitare danni e pericoli finora riscontrati nel territorio madonita”.

“Chiedo al ministro – conclude Milazzo – quali provvedimenti intende adottare al fine di stabilizzare la situazione. Che mezzi intende utilizzare per ridurre il numero della fauna selvatica e in che tempi, visto il carattere d’urgenza e i risvolti che potrebbe creare un eventuale ritardo nell’intervento?”.“

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.