Noi non ci saremo ? ?abbiamo perso qualcosa per strada?

– Sai una cosa?

-Cosa?

-Non capisco?

-? una storia vecchia

-Quale?

-Quella che non capisci? ?se si tratta ancora di quel libro rinuncio a capire…

-Perch??!?! non sei curioso? Non ti sembra una vicenda strana?

-No. Un libro di fotografie non mi sembra un gran mistero.. sono immagini, punto.

-Assurdo? hai davanti qualcosa che non conosci,? qualcosa di nuovo, qualcosa che attende te per acquistare un senso e liquidi la cosa cos?.. come se nulla fosse!

-Ma non posso inseguire un libro!

-Non si tratta di inseguire un libro! C?? altro dietro? possibile che la tua curiosit? sia sparita? Dov?? il tuo desiderio di scoprire, sognare? dov?? il tuo desiderio di vivere!?!?

-Ti sembro forse morto?

-Non ? il semplice atto di respirare che ti rende vivo! Hai perso la passione, la gioia, la fantasia? hai perso tutto? riesci ad immaginare cosa manca per completare questa foto ad esempio?

-Ma ? una sedia! Con cosa dovrei completarla?

-Ma con qualcuno seduto sopra! Immagina una storia, immagina un perch?!

-Ma ha gi? un perch?! ? una sedia.

-E qui ti sbagli! Adesso ? solo l?immagine di una sedia e niente di pi?. Un trono?? Forse attende un?importante cerimonia, un?incoronazione o semplicemente gioca con le ombre inseguendo schizzi di luce! Ogni fotografia necessita dell?intervento di altri occhi per essere qualcosa in pi? di uno specchio. ? la nostra fantasia che d? grandezza a qualunque immagine, ritratto o dettaglio! Se non conosciamo l?oggetto possiamo utilizzarlo come generatore di un?emozione totalmente nuova, indipendente da qualunque idea, indipendente anche dall?intenzione con la quale quell?immagine ? stata realizzata? un emozione capace di cambiare il mondo pur nel limitato cerchio della fantasia!

-Bellissimo? discorso estremamente toccante ma sta iniziando la partita? magari ne parliamo un?altra volta.

[clicca sull’immagine per ingrandire]

[clicca qui per leggere gli ?articoli precedenti]